Quotidiano Nazionale logo
29 mar 2022

Cybersecurity tra allarmi e investimenti

ruben
Cronaca

Ruben

Razzante*

Uno dei risvolti da tenere sotto controllo per quanto riguarda l’evoluzione del conflitto russo-ucraino è quello riguardante i sistemi antivirus come Kaspersky, prodotti in Russia e ampiamente utilizzati dalle pubbliche amministrazioni italiane. L’allarme lo ha peraltro rilanciato nei giorni scorsi Franco Gabrielli, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla sicurezza nazionale. Ma se le preoccupazioni per la sicurezza in Rete sono crescenti, è anche possibile guardare il bicchiere mezzo pieno. L’Italia, infatti, aveva per fortuna già messo il turbo allo sviluppo della cybersecurity, con 1,55 miliardi di investimenti nel 2021, in crescita del 13,3% rispetto all’anno precedente. Incremento rilevante, con il 60% delle grandi organizzazioni che ha previsto un aumento del budget destinato alle attività di sicurezza informatica.

Il 31% delle grandi aziende italiane ha rilevato un ulteriore aumento degli attacchi informatici nell’ultimo anno, che ha fatto sì che la sicurezza informatica diventasse la maggiore priorità di investimento nei diversi ambiti del digitale in Italia, sia per le grandi che per le piccole realtà. Lo documentano anche i numeri contenuti nella ricerca dell’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection della School of Management del Politecnico di Milano, secondo cui il rapporto tra spesa in cybersecurity e Pil resta però limitato (0,08%), all’ultimo posto tra i Paesi del G7. Vale la pena tuttavia di segnalare che l’Italia, insieme al Giappone, è l’unica nazione a non aver registrato una diminuzione nel corso dell’ultimo anno. Nel frattempo, occorre ricordare che il Pnrr prevede nella Missione 1 investimenti per 623 milioni di euro in presidi e competenze di cybersecurity nella pubblica amministrazione e nella Missione 4 ulteriori fondi per la ricerca e la creazione di partenariati su temi innovativi, tra cui la sicurezza informatica.

*Docente di Dirittodell’informazioneall’Università Cattolica

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?