Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 giu 2022

Corsia riservata per le visite: "Si va per conoscenze"

Così il capo Ndue Pulaj aggirava le liste d’attesa con l’aiuto di un impiegato dell’Accettazione

12 giu 2022
Summit al tavolo fra alcuni indagati
Summit al tavolo fra alcuni indagati
Summit al tavolo fra alcuni indagati
Summit al tavolo fra alcuni indagati
Summit al tavolo fra alcuni indagati
Summit al tavolo fra alcuni indagati

Quando Ndue Pulaj entrava in quell’androne, sapeva benissimo a chi rivolgersi. All’ufficio Accettazione delle prestazioni ambulatoriali del San Raffaele ci lavorano 42 operatori, ma lui andava sempre dallo stesso: da A., che, all’oscuro della struttura ospedaliera per cui lavora (che è del tutto estranea ai fatti), garantiva una corsia preferenziale ai "clienti" dell’albanese, tagliando liste d’attesa e tempi di visite e consegna referti. Dalle intercettazioni emerge che Pulaj, che evidentemente sfruttava questo automatismo da tempo, aveva maturato conoscenze non da poco sul funzionamento della sanità italiana e lombarda, ricavando, a onor del vero, una pessima opinione. "Ma come fanno le persone?", gli chiede una donna, riferendosi in sostanza a chi non adotta gli stratagemmi di Pulaj. "Privatamente – replica lui –. Vai dal privato o per conoscenze...". Un concetto ribadito pure in un altro dialogo incentrato sulla figura del dipendente pubblico italiano, in quel caso riferito al medico Domenico Carriero: "Tutti gli incapaci lavorano qua... come in Albania, ragazza... originale... il sistema albanese... Italia, l’Albania ha imparato, ha imparato da loro completamente...". N.P.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?