Quotidiano Nazionale logo
21 mar 2022

Corse cancellate, scatta la protesta "Viaggiatori a piedi, ora basta"

Star Mobility nel mirino: in vista un presidio davanti all’azienda "Gli abbonamenti li paghiamo in anticipo"

Corse degli autobus cancellate, o a rischio. Anche gli studenti di Paullo che frequentano gli istituti superiori di Lodi sono stati colpiti dai disagi registrati nelle ultime settimane su alcune linee della Star Mobility, la compagnia di trasporto che opera, tra l’altro, nel Lodigiano e in una parte del Milanese. Da qui la protesta del Comitato pendolari di Paullo che, dopo aver raccolto segnalazioni e tenuto monitorata la situazione, ha annunciato un presidio davanti alla sede dell’azienda di trasporto, in via Felice Cavallotti 62 a Lodi. Appuntamento giovedì alle 14.30. "Da troppi giorni studenti e lavoratori pendolari si muovono con fatica a causa della cancellazione di corse - fanno sapere dal sodalizio -. Gli abbonamenti vengono pagati con largo anticipo, mentre Star Mobility pubblica sul proprio sito con risibile preavviso quali corse salteranno il giorno successivo, lasciando a piedi i propri viaggiatori, costretti a spendere altri soldi in carburante per raggiungere le scuole, o il posto di lavoro".

Tra Sud Milanese e Lodigiano i disagi si sono susseguiti a ritmo costante nell’ultimo periodo. E il motivo, secondo gli utenti, non può essere ricondotto solo a carenze di organico dovute alle assenze per Covid di una parte del personale. Una delle ipotesi è che i disservizi siano una conseguenza della riorganizzazione aziendale che ha portato alla nascita di Star Mobility dalla precedente società di trasporto Line. Sono circa un centinaio i ragazzi di Paullo che frequentano le superiori a Lodi e hanno dunque subìto i contraccolpi degli ultimi tempi. "Dopo due anni di scuola a singhiozzo, gli studenti rischiano di perdere altri giorni di lezione perché il servizio di trasporto non funziona. È il momento di dire basta", incalza il comitato paullese, che invita a un’ampia mobilitazione davanti alla sede dell’azienda. Il sodalizio chiama inoltre i Comuni e le istituzioni locali a intervenire, "prendendosi cura degli interessi dei loro cittadini". In questi casi infatti il contributo degli enti locali può rivelarsi prezioso per verificare la qualità e l’efficienza del servizio. Non è la prima volta che il Comitato pendolari di Paullo si mobilita. È anche grazie al lavoro del sodalizio, ad esempio, se nel 2018, nei Comuni della Paullese, sono state ripristinate le corse festive dei bus, che erano state soppresse l’anno prima nell’ambito di una riorganizzazione decisa dal gruppo Autoguidovie.

Alessandra Zanardi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?