Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mag 2022

Ci prova anche la giurista Gentile schierata con Italexit di Paragone "Noi, dalla parte dei penalizzati"

24 mag 2022

Con la discesa in campo del quinto candidato, si completa il quadro di Pieve Emanuele, tra i comuni dove il 12 giugno si vota. Francesca Gentile (nella foto), giurista di professione e consigliere al Municipio 2 di Milano, è l’aspirante sindaco di Italexit, partito di Gianluigi Paragone. Tra i suoi temi in campagna elettorale, giovani e commercio. Si punta al recupero di spazi urbani, spiega la candidata, "per aumentare i servizi a favore dei giovani, tra le categorie che durante la pandemia hanno visto sgretolarsi il loro tessuto sociale e amicale. Un obiettivo è tutelare i commercianti con una mappatura delle realtà che negli ultimi due anni sono state più penalizzate e aiuti, anche economici, a chi intende aprire nuove attività. Diciamo ‘no’ a nuove chiusure di scuole e negozi, anche in caso di recrudescenza della pandemia". Per realizzare una città più a misura di famiglie, "serve incrementare i luoghi di aggregazione, rendere i parchi più fruibili, organizzare eventi che possano cementare la comunità. Dagli spazi verdi ai corsi d’acqua, Pieve offre tante opportunità da valorizzare". Anche a livello locale, il partito di Paragone si rivolge "ai delusi, a chi non si riconosce né nella destra né nella sinistra, a coloro che si sono sentiti discriminati durante la pandemia". La discesa in campo di Francesca Gentile, tra i 10 aspiranti sindaci che Italexit schiera in altrettanti comuni lombardi, va ad aggiungersi, a Pieve, alle candidature già ufficializzate di Paola Battaglia (Insieme oltre), Roberto Savoca (Fi, Fdi, Lega, Noi con l’Italia), Pierluigi Costanzo (Siamo Pieve Emanuele) e Riccardo Cuomo (Civica…Mente Pieve). A. Z.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?