Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Centro diurno, festa per la sede più grande

Spazi completamente rinnovati con un salone, una cucina e un cortile attrezzato per i laboratori all’aperto

Una decina di iscritti dai 18 a 65 anni potrà contare su progetti personalizzati. E da qualche mese anche nella nuova sede al Centro civico di via Leoncavallo. Il trasloco da piazza Civilini, però, causa pandemia, era stato in sordina, adesso invece il Comune ha deciso di organizzare una festa in grande stile. Protagonisti, i disabili del Centro socio-educativo, il servizio diurno dedicato alle persone speciali. Alla cerimonia ha partecipato l’intero staff della cooperativa Graffiti che gestisce la struttura. Gli spazi sono stati completamente rinnovati, tutto ruota attorno a un ampio salone per le attività di gruppo, cucina e bagni sono stati realizzati tenendo conto delle difficoltà degli ospiti, che hanno a disposizione anche un grande cortile per i laboratori all’aperto: un piccolo paradiso. "Siamo orgogliosi di inaugurare questo polo nel quale abbiamo creduto molto – dice la sindaca Ivonne Cosciotti – il sostegno all’handicap è una priorità per l’amministrazione. È un tema molto complesso ed è difficile dare tutte le risposte che vorremmo ai cittadini, ma stiamo facendo il massimo per andare incontro ai bisogni di tutti. A bilancio abbiamo appena stanziato altri 2 milioni di euro in questa direzione". Non solo. "Il centro diurno è un’eccellenza e ora ha spazi belli come questi, servizi importanti senza doversi spostare da casa. Abbiamo aperto anche un punto di sostegno alle famiglie e investito molto nell’educativa scolastica e sull’eliminazione delle barriere architettoniche". "La nuova sede coincide con un importante momento di rilancio dei programmi dopo due anni di Covid davvero molto difficili", sottolinea il presidente della coop Roberto Di Stano. Barbara Calderola

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?