Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 giu 2022

Centri estivi: boom di iscrizioni Domande accolte, c’è posto per tutti

Nuova formula voluta dal Comune in sinergia con associazioni e parrocchie. Risultato: nessuna lista d’attesa

12 giu 2022
francesca grillo
Cronaca
Centri estivi: oltre 700 i ragazzi iscritti, «servizio essenziale per tante famiglie»
Centri estivi: oltre 700 i ragazzi iscritti, «servizio essenziale per tante famiglie»
Centri estivi: oltre 700 i ragazzi iscritti, «servizio essenziale per tante famiglie»
Centri estivi: oltre 700 i ragazzi iscritti, «servizio essenziale per tante famiglie»
Centri estivi: oltre 700 i ragazzi iscritti, «servizio essenziale per tante famiglie»
Centri estivi: oltre 700 i ragazzi iscritti, «servizio essenziale per tante famiglie»

di Francesca Grillo

Sono oltre 700 i bambini iscritti ai centri estivi corsichesi. Una nuova formula voluta dal Comune in sinergia con associazioni e parrocchie per offrire "un servizio di qualità - sottolinea l’assessore alle Scuole Angela Crisafulli -. Volevamo attivare qualcosa di innovativo, aperto a chiunque e che potesse accogliere tutti. Non è stato semplice, ma il risultato è importante. Tutti i bambini delle famiglie che hanno fatto richiesta sono stati accolti". Nessuna lista d’attesa: "Nonostante il boom di iscrizioni ricevute, abbiamo lavorato tanto e siamo riusciti ad accettare tutti - precisa Crisafulli -. Abbiamo ricevuto molte più richieste di quelle previste e questo ci ha creato molte difficoltà.

La sinergia tra Comune, parrocchie e associazioni ha consentito di disegnare un servizio che risponde alle esigenze del territorio". Tante le iniziative in programma: oltre alle classiche attività che propongono i centri estivi, si potranno seguire corsi di pittura, laboratori, partecipare a gite, seguire attività sportive multidisciplinari, grazie alla collaborazione delle associazioni del territorio. "Abbiamo risolto anche la questione dei pasti", assicura l’assessore. In molti, infatti, si erano lamentati perché all’inizio della pianificazione non era stato previsto il servizio mensa. "Verranno forniti da Vivenda a tutti coloro che chiederanno il servizio - chiarisce -, anche con pranzo al sacco per bambini e ragazzi che andranno in gita o in piscina". Crisafulli sottolinea come i centri estivi siano servizi "essenziali per tantissime famiglie, una risorsa fondamentale per avere un supporto durante la stagione estiva e consentire ai genitori di lavorare, garantendo ai piccoli il diritto alla socialità e al gioco, soprattutto dopo due anni di restrizioni. L’organizzazione - ammette - è stata lunga e faticosa, ma è stata da noi fortemente voluta e sostenuta. È importante, dopo questi anni difficili, dare un messaggio positivo di superamento delle difficoltà ai nostri ragazzi, affrontando tutte le sfide".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?