Cassano, svolta attesa da decenni. Il 2024 sarà l’anno del restyling

In gennaio partirà il cantiere per piazza Garibaldi, mentre quello di via Veneto aprirà in maggio. Il sindaco: qualche disagio ci sarà, ma va considerato ciò che si va a realizzare per il futuro.

Cassano, svolta attesa da decenni. Il 2024 sarà l’anno del restyling

Cassano, svolta attesa da decenni. Il 2024 sarà l’anno del restyling

Tutto pronto per il restyling generale del centro storico atteso da decenni, ma possibile solo oggi grazie ai fondi messi a disposizione del Pnrr: un milione e 600mila euro per i lavori che cambieranno piazza Garibaldi, mentre arrivano da Regione Lombardia 700mila euro per la rigenerazione di via Veneto. Apertura dei due cantieri in periodi diversi: nel mese di gennaio per i lavori in piazza Garibaldi, a maggio per quelli in via Veneto.

"Il 2023 è stato un anno di intenso lavoro – spiega il sindaco Fabio Colombo – per assessori e uffici comunali che ringrazio, per mettere a punto quello che sarà l’intervento urbanistico più importante della città dal 1945. Siamo consapevoli dei disagi che si verranno a creare, tuttavia auspichiamo possano essere tollerati. Penso si debba avere una visione di ciò che si va a realizzare per il futuro della città e non soffermarsi solo alla situazione contingente legata al periodo dei lavori". Non mancano da perte dei cittadini i consensi al progetto.

"La riqualificazione del centro storico mi trova favorevole – così il cassanese architetto Valerio Laboni –: è un intervento importante, si tratta del più considerevole cambiamento dell’arredo urbano della città degli ultimi 70 anni. Un progetto che può dare un impulso maggiore alla rinascita della città. Auspico vi sia però anche un disegno parallelo per nuove aree di parcheggio, diversamente il rischio e quello di ottenere un risultato progettuale monco che potrebbe mettere in difficoltà i commercianti".

Un’opportunità da non perdere per la consigliera d’opposizione Elena Bornaghi leader della civica Cassano Obiettivo Comune: "In qualità di forza di minoranza, seguiremo responsabilmente i lavori, consapevoli dell’unicità di questa opportunità per la città, che richiede l’unità di tutti. Il successo degli interventi di rigenerazione a Cassano dipenderà, poi, anche dalla scelta di adeguate soluzioni viabilistiche, cui sarebbe stato opportuno dedicare sperimentazioni preventive". Sulla questione parcheggi, si apprende da fonti certe del Comune, c’è l’accordo tra costruttore e Comune sulla concessione provvisoria di uno spazio che ospiterà circa 30 posti auto nell’area legata al piano attuativo per nuove costruzioni abitative in via Mazzini e vicolo dei Frati. Nuovi posti auto sorgeranno, poi, nella stessa via Mazzini a ridosso del cimitero e sarà trasformato in parcheggio, inoltre, anche il prato in via Pascoli.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro