di Monica Autunno Conferenza di servizi conclusa, oggi l’ok della giunta comunale a piano e convenzione: parte l’operazione restauro Cascina Gogna, e un’intera porzione di paese si avvia alla rinascita. Un intervento privato che ha infatti rilevanza doppia: non solo porterà a restauro e riconversione della cascina gioiello del XVII secolo, affacciata sul...

di Monica Autunno

Conferenza di servizi conclusa, oggi l’ok della giunta comunale a piano e convenzione: parte l’operazione restauro Cascina Gogna, e un’intera porzione di paese si avvia alla rinascita. Un intervento privato che ha infatti rilevanza doppia: non solo porterà a restauro e riconversione della cascina gioiello del XVII secolo, affacciata sul naviglio Martesana; farà anche da traino alla rinascita della parte di abitato che si stende fra corso d’acqua e campagne. E che, anche da nuovo pgt in fase di stesura, è destinato a diventare una sorta di "porta" al paese, con effetto volano per un rilancio in chiave turistica sostenibile.

L’intervento di restauro del complesso è in lista d’attesa da tempo. La conferenza di servizi alla presenza di tutti gli organismi competenti si era aperta in primavera, e si è conclusa nelle scorse settimane. "Ora - spiega il sindaco Curzio Rusnati - il passaggio è quello dell’esame della giunta, poi partiranno le pratiche amministrative per giungere ai lavori. I privati proprietari hanno palesato l’intenzione di procedere rapidamente. E’ un obiettivo che condividiamo". Un iter sinora senza problemi particolari. "Abbiamo in corso di lima gli ultimissimi dettagli della convenzione. Sul fronte dell’iter in conferenza di servizi tutto liscio, si è ottemperato ad alcune prescrizioni della Sovrintendenza ai beni ambientali, lo stabile è naturalmente vincolato". Circa sei milioni di euro l’importo ipotizzato per l’intervento. Il progetto, che presto sarà presentato nei dettagli, prevede la realizzazione di spazi residenziali privati, un ristorante, una sala conferenze, il restauro dell’antica cappella. Fiore all’occhiello del disegno il sistema di accessibilità automobilistica, ciclabile e fra le ipotesi un imbarcadero turistico sul Martesana.