Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Casa di riposo, meno posti per le infiltrazioni

Familiari e consiglieri d’opposizione a Cusano chiedono lavori urgenti nella Rsa per poter accogliere altri anziani in lista d’attesa

laura lana
Cronaca

di Laura Lana Ospiti, familiari e opposizione lo ripetono in coro: la casa di riposo ha bisogno di manutenzioni urgenti e di poter accogliere gli anziani che sono in lista di attesa. Quattro posti letto sono infatti inutilizzabili, per problemi strutturali. Lo ammette anche il sindaco Valeria Lesma nella risposta all’interrogazione, presentata dai consiglieri Mario Zanco, Francesco Cazzaniga e Luciano Ghirardello. "Il soffitto di una stanza a 4 posti ha subìto danneggiamenti a causa delle infiltrazioni e pertanto l’ambiente è stato valutato non sicuro e insalubre per condurre delle degenze", ha spiegato Lesma. Dei 42 posti letto della Rsa, solo 36 risultano occupati (28 da residenti di Cusano). Due letti sono riservati per i protocolli anti-contagio come stanza di isolamento su prescrizione di Ats. Stessi problemi per i minialloggi: sono 32, ma 30 quelli assegnati. "I due appartamenti non occupati non sono assegnabili per danneggiamenti. Come per la stanza, si trovano al secondo piano della struttura", risponde Lesma. Anche in questo caso, si tratta di infiltrazioni. "Perché non si provvede alla sistemazione di questi spazi, visto che ci sono cittadini in lista d’attesa per entrambe le tipologie? – chiede l’opposizione –. Molte cose non funzionano per mancata manutenzione sia ordinaria che straordinaria. Le segnalazioni degli ospiti ci dicono che i danni ai minialloggi sarebbero stati causati da precedenti inquilini: chiediamo al Comune di verificare, in questo caso forse la sistemazione spetterebbe al gestore, non all’ente". La struttura di via Alemanni è di proprietà del Comune e da anni gestita dalla società Sereni Orizzonti. In elenco per un posto nella Rsa ci sono 35 anziani, 16 donne e 19 uomini, tutti residenti a Cusano Milanino. Oltre alla saturazione dei posti, c’è anche una carenza dei servizi offerti. Infatti, il centro diurno integrato, che può ospitare fino a 16 persone, è stato chiuso il 9 marzo dell’anno ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?