Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Caro-rifiuti, la Tari sale del 5% "Brutte sorprese per i cittadini"

Spazzatura: aumenti del 5% per la Tari. E cresce anche il prelievo dell’Irpef. Per i consiglieri della lista civica “Lacchiarella Domani” un salasso ingiustificato. "Brutte sorprese sono uscite nell’uovo di Pasqua per i cittadini di Lacchiarella dopo gli aumenti annunciati l’altra sera in consiglio comunale. "La maggioranza - spiega il consigliere Marco Lombardi - ha votato per l’aumento delle nuove tariffe della Tari e la ristrutturazione degli scaglioni dell’IRPEF per l’anno 2022". Per la Tari gli aumenti sono di circa il 5% e colpiscono indistintamente sia le famiglie mono nucleo che quelle composte da 5, 6 o più persone. "Ci era stato detto che il passaggio ad Amsa avrebbe consentito di abbattere i costi di conferimento dei rifiuti, ma dopo il primo anno è già arrivato un aumento. Motivo: i migliori servizi messi in campo da Amsa - aggiunge Lombardi -. Ai cittadini il giudizio". Aumenta anche l’Irpef in un momento difficile per tutti. "Mentre il Governo italiano riduce la pressione fiscale sulle famiglie, l’amministrazione di Lacchiarella aumenta i prelievi su lavoratori dipendenti e autonomi e pensionati - spiegano ancora dalla lista civica “Lacchiarella Domani” -. Per la maggioranza questi aumenti non intaccheranno il bilancio familiare: però quello che il governo centrale lascia nelle tasche dei cittadini di Lacchiarella, ci pensa a prenderlo l’amministrazione comunale". Ma i rincari delle varie tariffe comunali sono previsti in molte altre amministrazioni locali a causa della crescente crisi economica.

Mas.Sag.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?