Arese (Milano) - Spintoni, pugni in volto e un coltello lanciato contro l'auto dei militari: aggredirono i carabinieri interventi nel parcheggio del centro commerciale "Il Centro" di Arese in seguito alla segnalazione di schiamazzi e assembramenti. Un 17enne di Arese e un 18enne di Rho sono stati arrestati dai carabinieri delle stazioni di Arese e Lainate su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Milano. I due ragazzi sono ritenuti responsabili, in concorso fra loro, dei reati di lesioni personali aggravate, resistenza a un pubblico ufficiale aggravata continuata, oltraggio a un pubblico ufficiale, furto e porto illecito di oggetto atto ad offendere. I militari hanno seguito un'ordinanza di applicazione di misura cautelare personale in istituto di pena minorile e di collocamento in comunità.

Nonostante la giovane età i due arrestati sono già noti alle forze dell'ordine. Il provvedimento arriva al termine di indagini condotte dai carabinieri e dalla polizia locale di Milano, relative ad una serie di episodi commessi dall'ottobre del 2020 al gennaio del 2021 nei comuni di Arese, Lainate e Rho. In particolare, le investigazioni hanno permesso di accertare che i due arrestati, il 25 ottobre scorso, in occasione dell'intervento di militari della stazione carabinieri di Lainate presso il centro commerciale 'Il Centro' si erano scagliati contro di loro con spintoni e pugni provocando loro delle lesioni personali. Lanciarono di tutto contro la loro auto, a dorso nudo, sfidandoli e insultandoli, "infami", vi scassiamo". La scena venne anche ripresa da alcuni amici con il telefonino e il video diventò virale in poche ore. Nelle ore successive le prime denunce, ora l'arresto dei due ragazzi.