Il dottore Massimo Crippa al lavoro nell’ambulatorio allestito in piazzetta Cavour
Il dottore Massimo Crippa al lavoro nell’ambulatorio allestito in piazzetta Cavour

Bresso (Milano), 14 novembre 2020 - Mancano i vaccini anti-influenzali e gli appuntamenti per la loro somministrazione slittano alle prossime settimane. Troppo esiguo è il numero di fiale arrivate ai medici di base di Bresso per soddisfare le richieste degli over 65enni e delle persone fragili. Come, per esempio, ieri pomeriggio, al poliambulatorio vaccinale, allestito dal Comune di Bresso nel salone della ex-biblioteca civica di piazzetta Cavour. Il dottor Massimo Crippa, medico in città da oltre trent’anni, ha potuto vaccinare solo 22 pazienti regolarmente iscritti invece della cinquantina previsti: "A oggi ho avuto solo 100 vaccini dei 370 richiesti – inizia Crippa –. Oltre una settantina li ho somministrati nei giorni scorsi. Abbiamo dovuto rimandare al 25 e al 27 novembre oltre la metà dei pazienti, che si erano prenotati per oggi. Altri vaccini dovrebbero arrivare mercoledì prossimo. E pensare che l’anno scorso, alla metà di novembre, terminavo la campagna vaccinale dei miei pazienti, che sono stati 350".

Quella del dottor Crippa è una cartina di tornasole per tutt gli altri medici cittadini, impegnati nelle vaccinazioni. Pochi o pochissimi vaccini a disposizione, rispetto alle richieste, in aumento soprattutto per la situazione pandemica. E lunghe liste di persone in attesa. Su 20 dottori del territorio locale in 16 hanno deciso di aderire alla campagna vaccinale: di questi, 4 hanno scelto di accogliere i loro pazienti nelle sale attrezzate della ex-civica, perché i loro studi medici sono troppo piccoli per le misure contro gli assembramenti dei protocolli anti-Covid19. I restanti dottori li somministreranno, come gli anni scorsi, nei loro ambulatori. Le equipe mediche di Asst Nord Milano sono già entrate in azione nel poliambulatorio di piazzetta Cavour: martedì scorso 200 bressesi sono stati vaccinati e altrettanti lo saranno martedì 17. La previsione è di circa mille cittadini vaccinati da Asst fino all’inizio di dicembre. Ma, sempre che arrivino le fiale. "Siamo coperti con il servizio al nostro centro vaccinale per martedì e per mercoledì della prossima settimana – precisa Adriano Radaelli, assessore bressese con delega agli Anziani, che segue di persona la campagna vaccinale al poliambulatorio - Poi vedremo, se arriveranno i vaccini richiesti". In attesa delle fiale antiinfluenzali, la possibilità di eseguire tamponi rapidi negli studi medici sembra essere molto difficile, per una semplice motivazione: la maggior parte dei dottori bressesi riceve in ambulatori ospitati in palazzi e grandi plessi residenziali. Il "no" arriverebbe soprattutto dai condomini dei caseggiati. Meglio allora puntare sui tamponi molecolari che saranno eseguiti dalle equipe mediche sempre di Asst Nord Milano, al drive through che è in corso di allestimento nel viale del centro sportivo comunale di via Deledda, con l’accesso delle auto dall’antistante parcheggio pubblico. La sua apertura è prevista, con ogni probabilità, martedì prossimo.