Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 lug 2022

Boom di lodi al Sud, Lombardia ultima Il preside: voti sempre meno credibili

E gli atenei non credono più nei risultati della maturità, ma selezionano gli studenti con un test al quarto anno

24 lug 2022
simona ballatore
Cronaca

di Simona Ballatore Studenti lombardi meno “secchioni“? Professori più “bacchettoni“ a Nord? Verrebbe da chiederselo leggendo i dati della “maturità 2022“, quella del post-pandemia, del ritorno agli scritti. Questione annosa, che non si può ridurre ai soliti cliché. Sta di fatto che gli Esami di Stato fotografano una scuola a due velocità, non solo nella gara alle lodi. Se ne contano ben 3.011 in Campania rispetto alle 1.053 lombarde. Ma è la Calabria a detenere il record: sono 1.149, ovvero ha preso l’encomio il 6% dei suoi diplomati, contro l’1,3% dei lombardi. Spiccano le eccellenze di Puglia e Sicilia, meno quelle di Toscana ed Emilia Romagna. Il tutto nonostante le prove Invalsi fotografino la situazione completamente opposta, con i risultati della regione Lombardia superiori alla media nazionale e soprattutto con un 3% di dispersione scolastica implicita a fronte del 9,7% nazionale. La doppia velocità si vede anche all’interno della stessa regione, con risultati che fanno strabuzzare gli occhi da commissione a commissione: dal record di lodi al classico Beccaria alle lodi “sparite“ all’artistico Brera, dove una è sfumata per mezzo punto. Ma è una scuola pure a tre velocità se si guardano gli indirizzi: i voti si spostano verso l’alto nei licei, mentre i 60100 si concentrano nei professionali. A livello nazionale, ha ottenuto la lode il 5,1% dei liceali, l’1,8% degli studenti dei tecnici e solo lo 0,9% dei diplomati nei professionali. Il 60 politico è invece stato strappato dal 2,4% dei liceali, dal 5,8% degli studenti dei tecnici e dal 6,4% dei professionali. "I risultati mostrano il valore sempre più relativo che hanno questi dati e soprattutto un tema: il sistema della valutazione va rivisto", commenta Mauro Agostino Donato Zeni, preside del liceo Tenca e responsabile milanese dell’Anp, l’Associazione nazionale presidi. "Se uno fa mente locale si accorge che le ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?