Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 mag 2022

Bomba d’acqua: centro cottura allagato

26 mag 2022

La bomba d’acqua allaga il centro cottura, fornelli fuori uso. Per i bambini della elementare di piazza Unità d’Italia, ieri, "menu d’emergenza causa allagamento": pasta olio e parmigiano, formaggio spalmabile, carote e mais. Il messaggio pervenuto ai genitori ieri mattina fa il giro delle chat, e puntualmente è polemica: la scuola Unità d’Italia detiene un record d’allagamenti, numerosi interventi negli anni non hanno del tutto risolto il problema. Il Comune è già in pista: "Acqua entrata da un lucernario - così l’assessore - e finita sui bollitori. Non dovrebbe accadere. Abbiamo già predisposto un sopralluogo e chiesto una relazione". Non risparmia ironia il referente di Uniti per Cassina Andrea Maggio: "Su quella scuola spesi soldi a palate per nulla. Io lo dico da anni: va demolita e rifatta". Sono stati i minuti di pioggia battente dell’altra sera a causare l’infiltrazione d’acqua da un lucernario proprio nel locale cottura della scuola. Ieri mattina l’avviso ai genitori del cambio improvviso di menu, causa impossibilità di preparare quanto previsto, con attivazione di un "menu di emergenza". "Una modalità comunicativa un po’ esagerata. Non parlerei di emergenza e non credo - così l’assessore alla scuola Gianluigi De Sanctis - che i bambini, con la pasta in bianco, abbiano patito un particolare disagio. L’evento meteo è stato molto forte e ha causato allagamenti anche in altre zone. Detto questo, non va bene. Un sopralluogo è già in corso, stiamo interfacciandoci con il gestore della mensa, cui, da contratto, spettano una quota di manutenzioni, per capire come procedere". Il resto dell’edificio, in linea di massima "ha tenuto". "Questa è già una buona cosa, dati i trascorsi". Negli anni scorsi le infiltrazioni nelle aule sono state numerose. "Incredibile - così Maggio - come ci si ostini a rappezzare questa scuola, che soffre di problemi costruttivi tipici degli edifici degli anni Settanta. Equivale a mettere denaro in una vecchia automobile spompata". Monica Autunno

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?