Cisliano - E’ in stato di fermo, piantonata dai carabinieri all’ospedale Fornaroli di Magenta Patrizia Coluzzi, la donna di 41 anni di Cisliano sospettata di avere ucciso la figlioletta di due, Edith, nella sua abitazione di via Mameli a Cisliano. Il caso è nelle mani della Procura di Pavia che indaga per omicidio. Solo dall’esame autoptico si potranno chiarire le cause del decesso della bimba. La donna si è autoinferta delle ferite, non tali però da metterne in pericolo la vita.

Frattanto da Asst Ovest Milanese arriva la conferma che la donna non era nota ai servizi psichiatrici del territorio. Nessun passaggio era mai stato effettuato per un trattamento sanitario nei suoi confronti, almeno negli ospedali di AsstOvest Milanese. Negli ultimi giorni la donna avrebbe manifestato un forte disagio, evidenziato con diversi post su Facebook che però non avevanoavuto seguito. Anche le tre denunce che sono state da lei presentate riguardavano episodi di maltrattamenti, di cui uno con il conseguente trasporto al pronto soccorso,  non avevano però avuto seguito.