Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Bilancio, Sala rilancia: aiuti per il caro-energia

Il sindaco aspetta fondi statali per far fronte all’emergenza legate alle bollette troppo alte "Ma sull’avanzo passo avanti"

Il sindaco Giuseppe Sala ieri è tornato a parlare del bilancio del Comune e ha chiesto al Governo un sostegno per il problema del caro-bollette energetiche
Il sindaco Giuseppe Sala ieri è tornato a parlare del bilancio del Comune e ha chiesto al Governo un sostegno per il problema del caro-bollette energetiche
Il sindaco Giuseppe Sala ieri è tornato a parlare del bilancio del Comune e ha chiesto al Governo un sostegno per il problema del caro-bollette energetiche

Dopo il grido d’allarme sulla chiusura del bilancio preventivo 2022, il sindaco Giuseppe Sala rilancia e parla dell’emergenza collegata al caro-energia, un problema che si ripercuote anche sui conti dell’amministrazione comunale milanese con il caro-bollette. Ma veniamo alle parole di Sala, pronunciate ieri mattina a margine della presentazione di Piano City al Teatro alla Scala. La domanda del cronista è secca: si attende altre misure dal Governo per il bilancio degli enti locali? "Mi attendo che sui fabbisogni rispetto alle bollette energetiche dei Comuni arrivino altri soldi – replica il numero uno di Palazzo Marino –. Ma quello che è stato fatto ad oggi è già significativo, in particolare, per quanto ci riguarda, da due punti di vista. Il primo, ovviamente, è l’utilizzo dei nostri avanzi di bilancio. E poi c’è il fondo per le grandi città, che nasce anche da una richiesta esplicita che avevamo fatto al presidente del Consiglio mario Draghi, è qualcosa di molto buono per noi".

Sul fronte bilancio, il primo cittadino si riferisce al Decreto Aiuti che permetterà alla Giunta e al Consiglio comunale di inserire nella manovra 2022 la cifra di 145 milioni di euro, cioè gli avanzi 2021 indispensabili per chiudere il buco di bilancio di 200 milioni di euro indicato dal sindaco e dall’assessore al Bilancio Emmanuel Conte.

I 55 milioni di euro che ancora mancano per far quadrare i conti saranno trovati con un’operazione di efficientamento della macchina comunale. Va ricordato che i problemi nei conti di Palazzo Marino dipende dal fatto che anche nel 2022, come nel 2020 e 2021, le entrate di Palazzo Marino non saranno quelle del pre-Covid. A peggiorare la situazione del bilancio, dallo scorso febbraio, ci si messa la crisi economica provocata dalla guerra tra Russia e Ucraina, che ha peggiorato e ampliato il problema del caro-bollette.

M.Min.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?