Quotidiano Nazionale logo
23 feb 2022

"Bettarini rischiò la vita" Confermate le condanne per tentato omicidio

MILANO

Il giudice di Appello ha ritenuto che la condotta tenuta in danno di Niccolò

Bettarini era "astrattamente idonea a realizzare l’evento morte. In particolare, il giudice ha considerato il numero degli aggressori, la violenza e il quantitativo dei colpi inferti, le zone del corpo attinte, parti vitali come il polmone e il fegato". È quanto scrivono i giudici della Prima sezione penale della Cassazione nelle motivazioni con cui, dichiarando inammissibili i ricorsi presentati, hanno confermato le condanne per tentato omicidio aggravato nell’aggressione dell’1 luglio 2018 contro Niccolò

Bettarini, figlio dell’ex calciatore e della conduttrice tv Simona Ventura, accoltellato all’uscita della discoteca “Old Fashion“ a Milano.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?