Milano, 6 gennaio 2017 - Come da tradizione, torna anche quest'anno la "Befana del clochard", il tradizionale pranzo per 200 senzatetto all'Hotel Principe di Savoia. Stavolta, però, con un tema particolare: oltre alla solidarietà, la legalità. "Stavolta protagonisti sono 50 studenti delle scuole Medie Superiori, selezionati tra 190 che ci hanno contattati, e insieme con loro persone impegnate sul fronte della giustizia", ha spiegato Mario Furlan, fondatore dei City Angels. "Vogliamo lanciare loro un triplice messaggio, di solidarietà, di legalità e di impegno civico: essere bravi cittadini - prosegue - significa infatti sia aiutare i più deboli, sia essere onesti e rispettosi delle regole. Per questo abbiamo invitato non i soliti volti noti, bensì persone che rappresentano i valori in cui crediamo". 

CITY_OBJ_FOTO_5_19691061

A indossare la pettorina dei City Angels, oltre al vicesindaco Anna Scavuzzo, David Gentili, presidente della Commissione antimafia presso il Comune, Ciro Cascone, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minori, Gloria Gambitta, magistrato specializzato nella tutela dei soggetti deboli, dieci dirigenti dell'Agenzia delle Entrate, Remo Danovi, presidente dell'Ordine degli Avvocati, Ferruccio Patti, presidente di Sos Impresa e vicepresidente di Confesercenti, Andrea Painini, presidente di Confesercenti, Salvatore Crapanzano, presidente del Coordinamento dei Comitati di Quartiere. E poi il cantautore Marco Ligabue, da sempre impegnato nella lotta all'illegalità, il consigliere comunale Pietro Tatarella, il consigliere regionale Stefano Buffagni e, in rappresentanza della Regione Lombardia, Stefano Bolognini. Ci saranno anche la madrina dei City Angels e organizzatrice dell'evento, Daniela Javarone, la grafologa Candida Livatino, gli imprenditori Arturo Artom e Fabrizio Labanti, quattro direttori di testate giornalistiche: Giuliano Molossi, direttore del Giorno, Claudio Brachino, direttore di Videonews, Angelo Maria Perrino, direttore di Affaritaliani.it, Luca Levati, direttore di Radio Lombardia, e Paolo Pardini, caporedattore centrale del Tg3 Lombardia.

Il pranzo per i senzatetto è stato rigorosamente vegetariano "in segno di amore verso gli animali", ed è stato preparato da Christian Garcia, chef personale del principe Alberto di Monaco, venuto apposta per l'evento, e dallo chef italiano Fabrizio Cadei. Il pranzo è stato preceduto da una benedizione nelle tre religioni abramitiche: dalla benedizione di monsignor Franco Buzzi, prefetto della Biblioteca Ambrosiana, del rabbino Vittorio Bendaud, coordinatore del Tribunale rabbinico del Centro-nord Italia, e dell'imam Mohsen Mouelhi, vicario generale della Confraternita dei Sufi in Italia. Con la pettorina degli Angels anche i presidenti della Comunità ebraica di Milano, Raffaele Besso e Milo Hasbani. Dopo il pranzo, i clochard hano ballato con la musica della band Alta Moda.