BASIGLIO di Massimiliano Saggese Nessuna emergenza sicurezza a Basiglio? C’è un problema: le truffe. Una coppia di anziani è stata raggirata da finti operatori di un’azienda elettrica. Il sindaco Lidia Reale invita tutti a tenere gli occhi aperti. Dopo la riunione del tavolo sicurezza che viene periodicamente convocato dal sindaco e al quale prendono parte il consigliere delegato alla Sicurezza Fabio Vinciguerra, i comandanti della stazione dei carabinieri e del Corpo della polizia locale,...

BASIGLIO

di Massimiliano Saggese

Nessuna emergenza sicurezza a Basiglio? C’è un problema: le truffe. Una coppia di anziani è stata raggirata da finti operatori di un’azienda elettrica. Il sindaco Lidia Reale invita tutti a tenere gli occhi aperti. Dopo la riunione del tavolo sicurezza che viene periodicamente convocato dal sindaco e al quale prendono parte il consigliere delegato alla Sicurezza Fabio Vinciguerra, i comandanti della stazione dei carabinieri e del Corpo della polizia locale, insieme al presidente dell’Associazione nazionale carabinieri e al responsabile della Vigilanza comprensoriale, è emerso che comunque sul territorio non c’è un’emergenza, secondo quanto risulta a tutti i componenti delle forze dell’ordine relativamente ai recenti episodi che sono comunque oggetto di indagini.

"Abbiamo verificato insieme i principali aspetti organizzativi e di presidio del territorio durante il periodo estivo – evidenzia Lidia Reale – oltre ai controlli mirati da prevedere in alcune zone del territorio e all’analisi delle questioni più recenti. In particolare, il tentativo di furto ai danni di Croce Amica e gli atti vandalici su un’auto della polizia locale. In entrambi i casi, le indagini sono in corso". Se preoccupazione c’è quindi non riguarda i danneggiamenti ma le truffe agli anziani, come purtroppo accade ormai da anni un po’ in tutti i Comuni della zona.

I truffatori sono sempre in agguato e spesso affinano tecniche e cambiamo strategie. Nei mesi scorsi si sono verificate, nel Sud Milano, alcune truffe messe in atto da falsi volontari della Protezione civile. A Basiglio invece sono tornati in azione i falsi operatori Enel. "È emerso – spiega il primo cittadino – un caso di truffa nel quale è rimasta coinvolta una coppia di anziani. L’appello che rivolgo ai cittadini, soprattutto in un momento in cui ci sono lavori in corso e l’Enel ha programmato la sostituzione dei contatori, è di non aprire mai agli sconosciuti e, nel dubbio, avvisare sempre i carabinieri che interverranno prontamente".

I tecnici infatti si rivolgono agli amministratori e, nel caso di abitazioni singole, viene inviata preventivamente all’inquilino una comunicazione con i riferimenti dei responsabili degli uffici preposti". Quindi resta sempre utile il consiglio di non aprire la porta a sconosciuti e di chiedere aiuto a vicini di casa o conoscenti per avere informazioni quando si viene contattati da estranei, ovviamente telefonando per prima cosa alle forze dell’ordine.