Le paperelle a rischio
Le paperelle a rischio

Milano, 10 aprile 2018 - Anatroccoli, paperelle e oche. Nidiate di pulcini a rischio lungo le strade fra Rozzano e Basiglio. In questo periodo molti pennuti stanno covando nei nidi che in alcuni casi sono stati realizzati nei posti più impensabili per gli umani. Arrivano segnalazione alla Lipu e all’Enpa di anatre che hanno costruito i loro nidi su terrazzi ai piani alti della case di Milano 3 e i pulcini, appena nati, rischiano di precipitare, o ancora di nidi presenti sul alcune rotatorie lungo le principali strade che costeggiano i corsi d’acqua. Proprio queste rotatorie, ritenute posti sicuri dove difficilmente l’uomo arriva, germani reali, e altri pennuti le scelgono per fare nascere i piccoli. Ma al momento di lasciare il nido arriva il pericolo.

È frequente vedere mamma anatra, seguita dagli anatroccoli, in fila indiana, attraversare queste strade per raggiungere i corsi d’acqua, fra auto e camion che sfrecciano. Da qui l’appello degli animalisti agli automobilisti: «Fate attenzione alla presenza di anatre e papere lungo le strade che potrebbero attraversarle per raggiungere con i loro piccoli laghetti e corsi d’acqua. Fermatevi e segnalate la loro presenza per evitare che finiscano arrotati. Si tratta di perdere pochi minuti che possono essere utili a salvare molti piccoli». Una delle strade più a rischio per le anatre è la Ss 35 dei Giovi che costeggia il Naviglio Pavese, popolato da pennuti di ogni genere. Lo scorso hanno addirittura un germano reale portò all’interno del parcheggio di un centro commerciale del rozzanese, tutta la nidiata di anatroccoli, ritenendolo  una zona sicura. Per salvarli dovettero intervenire anche i carabinieri. Una emergenza che durerà fino a fine primavera.