Ballottaggio in vista, è sfida-bis Di Bari e Zanelli affilano le armi

Si riparte dal porta a porta in vista del ballottaggio. "Mentre gli altri candidati parlano di apparentamenti, mi rivolgo ai colognesi: solo loro possono darci la spinta giusta per portare nuove idee", commenta Stefano Zanelli, in testa col 35,6% (5.906 voti, 311 attribuiti direttamente al candidato del centrosinistra). "Non posso che ringraziare coloro che mi hanno dato fiducia". È del suo schieramento il più votato di tutta Cologno: Andrea Arosio, 27 anni, che ha preso 400 preferenze, il 33% di Cologno Solidale e Democratica (7,75%). Nel Pd (16,63%) i più votati sono stati Alessandro Del Corno (258), Giovanni Cocciro (253) e Loredana Manzi (243), mentre Antonio Velluto colleziona più schede (200) per Cologno Libera, la civica di Zanelli. "Molti colognesi ancora non sanno che siamo stati obbligati a votare con 2 anni di anticipo perché l’amministrazione Rocchi non è riuscita a portare a termine il mandato. Siamo stati testimoni sconcertati di continui litigi - sottolinea - e cambi di poltrone". Giuseppe Di Bari (26,62%) riparte dal volantinaggio al mercato di San Giuliano. "Bisogna votare centrodestra e ricordare come è cambiata in meglio Cologno negli ultimi 7 anni. Invece, ricordiamo nei 30 anni passati quanti sfaceli sono stati commessi dal centrosinistra". La.La.