Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
1 ago 2022
1 ago 2022

Attiva il motore e resta ustionato

Bresso, il 73enne titolare della "Megliani Luigi Srl" investito da una fiammata dopo aver acceso un motore

1 ago 2022

di Laura Lana

Era andato a lavorare anche ieri nella sua azienda. Provare uno dei macchinari gli è stato quasi fatale e, ieri mattina, il titolare della "Megliani Luigi Srl" è stato portato d’urgenza al reparto grandi ustioni dell’ospedale Niguarda. Dalla prima ricostruzione, che dovrà essere confermata dalle indagini, il 73enne sarebbe stato investito da una fiammata di ritorno, forse generata dal motore dell’apparecchio. Nonostante fosse domenica, l’imprenditore ieri mattina aveva deciso di andare nel capannone di via Campestre 47. L’allarme è scattato poco dopo le 8 e l’uomo, classe 1948 e residente a Bresso, in quel momento si trovava solo all’interno dell’azienda metalmeccanica. Sul posto sono arrivati gli agenti della polizia locale, insieme al personale dell’Ats di Sesto San Giovanni. È stato proprio il 73enne ad allertare i soccorsi. Il malcapitato, infatti, appena dopo l’infortunio lavorativo ha preso un idrante per estinguere le fiamme, chiamando il 118 che lo ha poi soccorso. Il personale sanitario lo ha trasportato in codice giallo all’ospedale Niguarda di Milano, dove si trova tuttora in osservazione dopo essere stato ricoverato per le ustioni che ha riportato su varie parti del corpo. Nonostante le scottature l’imprenditore sarebbe fuori pericolo vita. Gli accertamenti sono ora in corso da parte degli organi che sono intervenuti ieri mattina, che procedono nell’indagine e che hanno informato l’autorità giudiziaria. Durante l’infortunio non ci sono stati ulteriori danni al capannone. Dai primi rilievi sembra che il 73enne fosse intento a utilizzare una spazzatrice industriale e che, per cause che sono ancora in corso di verifica, sia stato investito da una fiammata che si sarebbe sprigionata proprio dal motore del mezzo.

Dopo il protocollo d’intesa con Anci, Ance e Ats, a cui hanno aderito vari Comuni, la Regione annuncia lo stanziamento di fondi per aumentare i presidi sulla sicurezza nei cantieri edili grazie all’impiego degli agenti di polizia locale. "L’obiettivo è potenziare i controlli da parte delle Agenzie di tutela della salute in collaborazione con le polizie locali – spiega l’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato -. Abbiamo stanziato 200mila euro per sostenere finanziariamente i Comuni capoluogo che aderiscono a questa iniziativa".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?