Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Arrivano mille nuovi alberi Ma altri saranno abbattuti

Alle piantumazioni il Comune affiancherà il controllo degli esemplari a rischio

roberta rampini
Cronaca

di Roberta Rampini

Mille nuovi alberi in dodici mesi e un piano di monitoraggio del verde con controlli e abbattimento di esemplari a rischio. La città di Rho si tinge di verde. L’ultimo progetto di piantumazione, in corso in questi giorni, si chiama “Verde 400” e prevede la messa a dimora di 400 nuovi alberi "a pronto effetto paesaggistico", cioè di almeno 15 anni di età, in parchi e strade in città. Le altre iniziative di forestazione di alcune aree agricole, realizzate grazie alla collaborazione di alcuni partner esterni, hanno consentito alla città di raggiungere un record sul numero di nuove piante messe a dimora.

"Sono anni che a Rho non si piantavano così tanti esemplari tutti insieme: l’anno scorso ne sono stati messi a dimora 280 dal Comune, altri 200 sono stati piantati grazie a iniziative di altri enti, come Città Metropolitana, ma anche associazioni di volontariato, ’Associazione Gentile e Selva Urbana – dichiara l’assessore al verde, Valentina Giro (nella foto) – In occasione della Festa dell’albero, abbiamo coinvolto gli studenti nella piantumazione di 50 alberi nelle scuole. Un lavoro corale che ha visto l’impegno di molti e l’agronomo comunale Paolo Monti, che segue con cura tutti gli aspetti legati alla manutenzione del verde". Anche nell’ultima settimana al ritmo di 40-50 nuovi alberi al giorno a pronto effetto paesaggistico, nei parchi, giardini e aiuole di proprietà comunale, continua il lavoro di forestazione.

In via Capuana invece saranno posizionati nei prossimi giorni 80 platani a formare un nuovo filare stradale: la piantumazione fa parte di un progetto di sistemazione più ampio, che ha visto l’eliminazione degli arbusti a centro della strada e degli esemplari di Prunus cerasifera. Piantumazioni e fotografia del patrimonio comunale; in città gli alberi sono oltre 17mila e ormai da diversi anni vengono monitorati in modo sistematico con un censimento. Oggi, circa duemila alberi sono “osservati speciali”, ossia vengono controllati periodicamente per accertare la stabilità in quanto giudicati a rischio: in base all’esito delle indagini per molti si rendono necessarie potature di contenimento o bilanciamento oppure l’abbattimento.

"I recenti eventi atmosferici, come il forte vento e la siccità, ci portano a intensificare l’attività di verifica e monitoraggio del verde, con abbattimenti dove necessari – conclude l’assessore Giro –. Abbiamo cercato di avvicinare il momento dell’abbattimento con quello della messa a dimora del nuovo albero, ma non è sempre possibile: dipende dal livello di pericolo di cadute dell’albero da abbattere e dal contesto in cui si trova". Tra gli alberi da abbattere c’è anche un tiglio in piazza Visconti, di fronte al Palazzo municipale, che si trova in condizioni critiche.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?