L'area sequestrata in località Cascina Venina (Spf)
L'area sequestrata in località Cascina Venina (Spf)

Assago (Milano), 4 ottobre 2018 - Una maxi area di circa 15mila metri quadrati in località Cascina Venina ad Assago, nella quale sono stati ritrovate duemila tonnellate di rifiuti in base alle prime analisi ritenuti pericolosi, è stata sequestrata oggi dalla Guardia di finanza di Corsico.

Il sequestro di quella che si ipotizza sia una discarica a cielo aperto, è stato disposto dal pm Luisa Baima Bollone che con il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano coordina le indagini che hanno portato all'iscrizione nel registro degli indagati di tre persone con l'accusa di gestione abusiva di rifiuti. Il pericolo è l'inquinamento della falda acquifera e del canale usato per irrigare le risaie vicine. L'inchiesta è nata in seguito alla segnalazione delle stesse fiamme gialle insospettite per l'ingresso di camion, specialmente di notte, nell'area. Area che, come si evince dalle immagini aeree in poco tempo ha subito una trasformazione dal punto di vista morfologico per via del deposito continuo di materiale, tra cui anche eternit. L'Arpa è già intervenuta.