Residenti preoccupati per l'aumento del traffico
Residenti preoccupati per l'aumento del traffico

Milano, 2 febbraio 2019 - «Tutelare il quartiere Feltre dai mezzi inquinanti». Il Municipio 3 torna alla carica, prima dell’attivazione di Area B, sollecitando «soluzioni tecniche» che evitino un viavai di veicoli in questa zona residenziale, tra via Rombon e il parco Lambro. La delibera è stata approvata all’unanimità nei giorni scorsi. La premessa da fare è che «abbiamo già avuto rassicurazioni dall’assessore alla Mobilità Marco Granelli in una risposta formale inviata sia al Municipio e sia ai cittadini del comitato di quartiere - evidenzia il presidente della commissione Territorio Dario Monzio Compagnoni (Pd) - sul fatto che la zona verrà preservata rientrando nei confini di Area B. Ma sollecitiamo una soluzione tecnica per trovare un’alternativa alle auto che entreranno in città dall’hinterland percorrendo poi via Rombon, affinché non utilizzino la via Passo Rolle», il cui ultimo tratto diventerebbe a doppio senso di marcia. Già approvato, invece, lo spostamento del varco da via Feltre a viale Turchia (il cartello, apprendiamo, verrà trasferito nei prossimi giorni). Il Municipio 3 aveva già chiesto di «non trasformare a doppio senso di marcia il tratto finale di via Passo Rolle, verso via Feltre» con un documento approvato lo scorso 4 ottobre, «ritenendolo non solo pericoloso dal punto di vista viabilistico, visto che fu proprio il Consiglio di Zona a chiedere la modifica viabilistica negli anni precedenti per questioni di sicurezza, ma anche ritenendo sia da evitare l’utilizzo di una strada locale come via Passo Rolle per la realizzazione di una via di fuga, peraltro per i mezzi maggiormente inquinanti».

Ora aspetta una rassicurazione ufficiale. Il Municipio sottolinea anche che «esiste una rotonda all’altezza del ponte sulla tangenziale di viale Turchia che è perfetta come punto di ritorno per le autovetture provenienti da Segrate e che non hanno i requisiti per entrare in Area B, le quali da lì possono appunto tornare indietro». A fianco del comitato di cittadini si è schierata da subito pure Forza Italia: Marco Cagnolati in Municipio 3 e Alessandro De Chirico in Comune avevano sottolineato «il fondato rischio di triplicare il volume di traffico attuale, rendendo il Quartiere Feltre, uno dei principali polmoni verdi della nostra città assieme al vicino Parco Lambro, una zona di interscambio, parcheggio e transito auto».