Milano, 5 marzo 2018 - Un uomo di 74 anni è stato soccorso, ieri mattina, dagli agenti della polizia stradale di Milano Ovest che, miracolosamente, lo hanno strappato ad una morte certa. Già in ipotermia e semicosciente, l’anziano è stato trasportato al pronto soccorso del San Raffaele. Raggiunto dai famigliari che avevano già lanciato l’sos per la sua scomparsa, l’uomo è ora fuori pericolo.

Tutto è successo nelle prime ore della mattinata di ieri quando, nell’ambito di un normale pattugliamento sulle tangenziali e autostrade milanesi, i poliziotti partiti da Assago notano un’ombra sospetta alle spalle di un jersey che delimita la carreggiata della tangenziale Nord, all’altezza di Sesto San Giovanni. Si avvicinano e, dietro la barriera che delimita quel tratto di tangenziale, vedono un uomo. Accasciato a terra, stremato per il freddo e per i chilometri percorsi al gelo, l’anziano era in stato di ipotermia. Immediato l’allarme al 118: dopo il primo intervento sul posto, il 74enne viene portato in ospedale. I poliziotti iniziano le indagini per risalire all’identità dell’uomo che disorientato, non riesce a ricordare né le sue generalità, né da dove proviene. L’assenza di documenti nelle sue tasche non aiuta le ricerche. Dopo una serie di controlli incrociati, gli agenti scoprono che la persona affetta da amnesia, 71enne, era scomparsa da casa, a Milano, 24 ore prima.

I suoi parenti avevano appena sporto denuncia al commissariato di Lambrate non avendo più sue notizie. Grazie all’identikit e alle informazioni rilasciate al momento della segnalazione, i poliziotti sono riusciti a identificare nell’uomo smarrito e spaventato la persona scomparsa a Milano. Gli agenti hanno dunque chiamato i parenti che si sono precipitati al pronto soccorso.