Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Aler, un limite al mandato del presidente sarà fissato

giambattista anastasio
Cronaca

di Giambattista Anastasio

Un limite temporale al mandato del presidente di Aler alla fine sarà fissato. Martedì il discusso emendamento alla legge di Semplificazione 2022 approderà in Consiglio regionale e allora una mediazione ci sarà. A firmare l’emendamento è stato, come già riportato, il consigliere regionale della Lega, Massimiliano Bastoni, che spiega: "Il Movimento 5 Stelle ha strumentalizzato la mia proposta: è chiaro che le sorti e il mandato del presidente di Aler seguano quelle del presidente della Giunta regionale eletto di volta in volta e già questo è di per sé un vincolo temporale, quindi nessun incarico a vita. Attualmente il mandato non può essere rinnovato più di una volta e scade in automatico allo scadere della Giunta regionale, a prescindere dalla data in cui è inziato. Quindi ci sono presidenti di Aler che non riescono a rimanere in carica per l’intero periodo dei due mandati, vale a dire 10 anni, perché sono stati nominati a legislatura regionale già iniziata e, nonostante questo, il loro mandato scade comunque quando scade la legislatura. Questo è il tema che ho posto. Premesso questo – prosegue e conclude Bastoni – un limite temporale si può formalizzare, nella maggioranza non ci sono resistenze su questo". Anzi, in favore della necessità di prevedere una scadenza per l’incarico si è schierato, nelle scorse settimane, nel corso di una seduta di commissione, l’assessore regionale alla Casa, Alessandro Mattinzoli (Forza Italia).

Quanto al Movimento 5 Stelle, il contro-emendamento è già pronto e chiede che sia fissato un limite di 10 anni – "non di più" – e che si subordini il rinnovo ad una valutazione nel merito degli obiettivi raggiunti all’interno del mandato. Quanto all’individuazione degli obiettivi, l’emendamento rimanda ad una modifica ad hoc del regolamento regionale. Richiesta e proposta firmate dal capogruppo dei pentastellati nell’aula del Pirellone, Nicola Di Marco, che spiega: "Paradossalmente il nostro emendamento va a sanare un problema di maggioranza. L’assessore Alessandro Mattinzoli, in commissione, si era infatti dichiarato contrario alla proposta della Lega, che voleva rendere a vita la nomina dei presidenti Aler. Il nostro emendamento media fra il sacrosanto principio che gli incarichi pubblici, a maggior ragione quelli legati a nomina politica, siano a termine e l’esigenza dei presidenti Aler di poter avere un tempo sufficiente ad espletare gli obiettivi del proprio mandato. Ovviamente a patto che la riconferma dei presidenti sia legata al perseguimento di quegli stessi obiettivi". Martedì in Consiglio regionale l’epilogo. Ma, salvo sorprese dell’ultima ora, un limite temporale al mandato del numero uno dell’Aler sarà infine fissato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?