Quotidiano Nazionale logo
11 mag 2022

"Alberi pericolanti vanno messi in sicurezza"

Stanno per scadere i termini dell’ordinanza sui 274 cipressi di Leyland che fanno da cornice a Cascina Selmo a San Giuliano Milanese

alessandra zanardi
Cronaca

di Alessandra Zanardi

"Quegli alberi sono pericolanti e vanno messi in sicurezza". Stanno per scadere i termini dell’ordinanza relativa ai 274 cipressi di Leyland che fanno da cornice a Cascina Selmo, complesso residenziale lungo la provinciale 164, tra la stazione ferroviaria di San Giuliano e la linea dell’alta velocità. Alla società – ora in capo a un curatore fallimentare – proprietaria delle aree dove si trovano gli alberi il Comune impone d’intervenire sui due filari che si affacciano su via Caduti sul Lavoro (110 piante) e sul parcheggio di via Giovanni Paolo II (164 piante). L’allerta è scattata a febbraio, quando un episodio di forte maltempo ha causato il crollo di alcuni esemplari. Un fenomeno destinato a ripetersi, secondo l’agronomo consultato dal Comune, anche perché gli alberi sono molto vicini tra loro ed entrano in una sorta di competizione che li indebolisce, esponendoli pure al rischio di malattie. "Nell’ordinanza si chiede la messa in sicurezza – precisa l’assessore al Verde pubblico Andrea Garbellini –, che non equivale necessariamente ad un abbattimento generalizzato". Sarà la curatela a decidere come muoversi, fermo restando che, qualora si proceda al taglio, gli esemplari dovranno essere sostituiti. Le scelte che si andranno ad effettuare dovranno essere "supportate da valutazioni tecniche - spiega il sindaco Marco Segala - e non si potrà aspettare ancora a lungo, anche in virtù del fatto che quelle aree sono destinate a passare in capo al Comune". Ma il timore che l’ordinanza possa tradursi nel taglio c’è. Perciò il comitato di zona, che rimarca il valore di quelle piante anche come barriera acustica al passaggio dei treni, sta cercando di ottenere una proroga e invoca un intervento il più conservativo possibile.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?