Quotidiano Nazionale logo
25 mar 2022

Milano, predatori sessuali in agguato: salvata una studentessa

L’aggressione a due passi dal Politecnico , minacciato il ragazzo intervenuto in sua difesa. I due sono stati catturati dopo una breve fuga

nicola palma
Cronaca
I carabinieri sono riusciti ad ammanettare i due aggressori in fuga
Carabinieri

Milano - ​La serata tra universitari in piazza Leonardo da Vinci. La ragazza che si allontana di qualche metro e viene presa di mira da due uomini, che iniziano a molestarla. Il raid interrotto dopo qualche secondo dal provvidenziale intervento di un amico, che a quel punto diventa il bersaglio. La sequenza, a due passi dall’ingresso del Politecnico di Milano, si è conclusa giovedì sera con l’arresto degli aggressori, un egiziano di 22 anni e un tunisino di 33, irregolari e con precedenti per reati contro il patrimonio: dovranno rispondere di violenza sessuale, tentato furto e resistenza. L’agguato, l’ennesimo in una città che dal Capodanno di piazza Duomo in avanti ne ha già vissuti diversi (l’ultimo il 6 febbraio in zona università Bocconi), va in scena attorno alle 21.15. Una studentessa fuorisede di 22 anni si ritrova all’improvviso in balìa dei due nordafricani, che la palpeggiano con insistenza nelle parti intime e sulla schiena.

Lei si difende , cerca di divincolarsi e le sue urla attirano l’attenzione di un altro studente, di 26 anni, che era con lei fino a qualche secondo prima. Il ragazzo riesce a mettere in salvo l’amica, e a quel punto gli aggressori se la prendono con lui: lo minacciano e gli frugano nelle tasche per rubargli quello che ha addosso. Nel frattempo, però, è già scattata la segnalazione al 112: alla vista dei carabinieri del Radiomobile, i due provano a scappare, ma vengono bloccati dopo poche decine di metri e ammanettati.

Non senza fatica , e dopo aver subìto pure qualche calcio dagli agitatissimi e ubriachi arrestati, i militari del pronto intervento, coordinati dal maggiore Carmine Elefante, riescono a farli salire in macchina e a portarli in camera di sicurezza. Sia la ventiduenne che il ventiseienne non hanno riportato ferite e hanno rifiutato le cure mediche. Non è stata l’unica aggressione sessuale della giornata. Sì, perché un molestatore seriale di 44 anni – già arrestato il 24 gennaio per aver palpeggiato una ventunenne etiope in via Torino e il 18 marzo per aver colpito con calci e pugni due poliziotti – è stato denunciato per due volte nell’arco di poche ore dagli agenti delle Volanti. La prima alle 12.30 in viale Gadio, al parco Sempione, dove ha palpeggiato una ventiseienne dopo averle offerto una rosa. Indagato a piede libero, è tornato a colpire di notte, alle 2.30 in via dell’Orso: insistenti avance e pesanti apprezzamenti a una quarantenne gli sono valsi un’altra denuncia per molestie.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?