Milano, 26 aprile 2018 - E' stato convalidato il fermo per tentato omicidio e rapina per Chestor Caldararu, il 29enne romeno accusato dell'aggressione ai danni di un anziano in via Valtorta, zona Viale Monza a Milano. L'uomo ha parzialmente
ammesso
il fatto durante gli interrogatori.

Caldararu è stato bloccato domenica dagli uomini della Omicidi, coordinati dal funzionario Achille Perone, con le accuse di tentato omicidio e rapina. Il suo curriculum è infarcito di precedenti per furti, lesioni e danneggiamento. Un balordo da strada. Ora i poliziotti stanno acquisendo tutte le denunce presentate per episodi simili accaduti in zona per rintracciare altre vittime. A incastrarlo, le scarpe rosse che indossava venerdì e i tatuaggi sul braccio, immortalati dalla telecamera. La polizia ha diffuso le foto con i tatuaggi che l’uomo ha sul braccio destro: altre vittime potrebbero riconoscerli e farsi avanti. Gli agenti della Mobile hanno rintracciato anche l'orologio Rolex che il romeno avrebbe strappato dal braccio dell'anziano il 20 aprile.

I momenti successivi all'evento sono ancora al vaglio degli investigatori, che hanno raccolto le immagini delle telecamere di sorveglianza (oltre a quella interna del palazzo che ha immortalato la scena) per individuare quale sia stata la via di fuga, e le stanno esaminando. Quanto a Umberto De Zordo, 78 anni, preso a pugni e gettato a terra sotto casa da Caldararu, secondo le ultime informazioni le condizioni sono stabili: l'anziano e' ancora in coma, ricoverato alla clinica citta' studi, grave ma stabile.