Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Aggressione al Palazzo di Giustizia: 35enne usa spray urticante contro un vigilante

Aveva anche un coltello in tasca: ai controlli d'ingresso è suonato l'allarme e ha reagito contro la guardia

Ultimo aggiornamento il 12 settembre 2018 alle 15:59
Controlli con metal detector e scanner all’ingresso del Tribunale di Milano (Newpress)

Milano, 12 settembre 2018 - Un vigilante in servizio al Palazzo di Giustizia di Milano è finito in ospedale dopo essere stato aggredito da un uomo che gli ha spruzzato in faccia dello spray al peperoncino. E' successo oggi alle 12.35 in via Freguglia, dove si trova una delle principali porte di accesso della cittadina giudiziaria milanese. L'aggressore voleva entrare nel palazzo, quando però è passato sotto il metaldetector, è scattato l'allarme. Così, come da prassi, il vigilante che piantonava l'ingresso gli ha pregato di svuotare le tasche e depositare eventuali oggetti metallici, ma lui ha perso la pazienza.

Prima lo ha insultato, poi è passato dalle parole ai fatti: ha estratto la bomboletta di spray al peperoncino che aveva in tasca e ha spruzzato il liquido urticante in faccia alla guardia. "Io non posso più vedere mia moglie, così anche tu non potrai vedere la tua", gli ha urlato, secondo quanto riferito da alcuni testimoni oculari. La vittima, un vigilante di 42 anni della società All System, è stato trasportato in ospedale in codice verde. L'aggressore, un italiano di 35 anni con piccoli precedenti, è stato invece preso in consegna dai carabinieri che prestano servizio in Tribunale. In tasca nascondeva un'altra bomboletta di spray urticante e un coltello.

Per lui è scattata una denuncia per porto abusivo d'armi, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il coltello che aveva addosso, un a serramanico lungo dieci centimetri, gli è stato sequestrato insieme alle due bombolette spray e a una ricarica di sostanza urticante. Il vigilante aggredito ha riportato un lieve trauma agli occhi.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.