Milano, 16 settember 2020 -  Si filmavano con il cellulare durante i borseggi e tentavano acquisti con le carte di credito rubate: arrestati due rumeni di 25 e 28 anni a Milano, entrambi con precedenti, per il reato di indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito.

Gli agenti li hanno fermati in un negozio di via Brunelleschi, a Milano, lunedì pomeriggio dopo che il commerciante aveva segnalato che i due erano tornati dopo aver tentato nei giorni precedenti di acquistare merce con una carta di pagamento le cui transazioni erano state sempre negate.

Alla vista dei poliziotti, i due si sono dimostrati subito molto nervosi e il 25enne, con una mossa rapida si è disfatto della carta con cui stava provando a pagare uno smartphone da 1.200 euro. La carta è risultata intestata ad una donna che circa un'ora prima ne aveva chiesto il blocco alla banca dopo essere stata borseggiata, segnalando anche alcuni prelievi fatti nei momenti successivi al furto. Contattata dagli agenti, la donna aveva spiegato che le era stato rubato anche lo smartphone.

Gli accertamenti sul cellulare del 25enne hanno permesso di appurare che l'uomo, insieme con altri complici, filmava i borseggi che faceva nelle stazioni della metropolitana. Tra questi video anche quello compiuto lunedì mattina, nel quale si vede il 25enne scagliare a terra il cellulare rubato alla donna per poi calpestarlo senza motivo. Il 25enne aveva inoltre in tasca 1.165 euro in contanti, parte di questi in tagli corrispondenti alla somma prelevata con la carta della donna vittima di furto.