Milano, 14 luglio 2012 – Nato oggi il coordinamento per le liste civiche, trenta tra Milano e la provincia, con tanto di manifesto letto e sottoscritto alla Società Umanitaria con sede nel capoluogo meneghino. Un'unione pensata per creare una rete e una piattaforma digitale per raccogliere e scambiare esperienze e magari, un domani, poter diventare un “soggetto unitario per presentarsi all’appuntamento con le elezioni regionali.

Tra gli organizzatori, Luca Maggioni, rappresentante anche di una lista civica del Comune di Carugate, che ha però voluto sottolineare che ancora una struttura in grado di andare oltre i confini comunali non esiste: “non siamo partiti. Per ora vogliamo offrire servizi di formazione per i giovani, ad esempio, mettere in rete esperienze senza forzare però nessuno ad adottarle. Non abbiamo nulla contro i partiti, non è antipolitica la nostra, anzi, è amore per la politica. E siamo aperti al dialogo con tutti. Anche con il Movimento 5 stelle”.

Chi decide di mettersi in rete, dovrà tenere fede ad alcuni impegni, come non avere nessun iscritto con condanne penali nè rappresentanti con due mandati consecutivi alle spalle, e aderire ai programmi di formazione.

Lo scopo è, con il tempo, di portare avanti obiettivi concreti sulle politiche per la famiglia e per il lavoro, l'attenzione ai giovani, ai servizi sociali e per l’integrazione. Tra i punti trasversali da portare avanti c’è anche il sistema dei Navigli e l’attenzione alla mobilità dolce per favorire la chiusura dei centri cittadini. A scadenza annuale, inoltre, la rete di liste civiche vorrebbe realizzare la spending review guardando a economie di scala negli acquisti di beni e servizi tra comuni e ottimizzando tutte le forme di società partecipate.