Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 giu 2022
24 giu 2022

Temporali Lombardia oggi: ancora allerta meteo gialla. La mappa: dove e quando

Cosa succederà oggi e cosa dicono le previsioni per le prossime ore sulla regione? Ecco le zone più a rischio temporali e cosa succederà nei prossimi giorni

24 giu 2022

Milano - Nella giornata di ieri le (preannunciate) piogge sono arrivate in Lombardia. Una piccola tregua dopo settimane di caldo rovente segnate da una crescente emergenza siccità, che sta duramente colpendo anche la nostra regione. Ma cosa succederà oggi e cosa dicono le previsioni per le prossime ore sulla regione? Anche per oggi, venerdì 24 giugno, la sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un’allerta gialla per rischio temporali. Per la giornata oggi le precipitazioni, a carattere di rovescio e locale temporale insisteranno già nella notte sui settori di Nordovest e in forma più debole sulle zone alpine e prealpine adiacenti, quindi si estenderanno nel corso della mattinata a tutto il comparto alpino e prealpino. Nel pomeriggio i fenomeni andranno incontro a progressiva intensificazione, con temporali diffusi anche di moderata o localmente forte intensità, con interessamento anche dei settori di pianura. Temporali anche nelle prime ore serali, per poi attenuarsi gradualmente tra la tarda serata e le prime ore della notte di sabato. Le maggiori precipitazioni sono attese nelle ore pomeridiane in corrispondenza dell'intensificarsi dei fenomeni, localmente saranno possibili anche nelle altre zone in concomitanza con l'intensa attività convettiva.

 

La mappa dell'allerta meteo in Lombardia (Instagram Lombardia Notizie)
La mappa dell'allerta meteo in Lombardia (Instagram Lombardia Notizie)

Le previsioni 

Al Nord molte nubi già dal primo mattino su regioni occidentali, Lombardia e Veneto centrosettentrionali e restante Triveneto con rovesci e temporali sparsi, anche intensi fino al tardo pomeriggio su nord Piemonte e Lombardia centrosettentrionale; atteso un miglioramento con ampie schiarite serali su Valle d'Aosta e Piemonte centrorientale, mentre residue piogge e rovesci insisteranno in serata su levante Ligure, rilievi e zone pedemontane Lombarde e del Triveneto. Cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del Nord salvo addensamenti consistenti sull'Emilia-Romagna, specie settore appenninico. Temperature minime in rialzo su pianura Piemontese e Lombarda, senza variazioni di rilievo altrove; massime in calo su tutto il settore Alpino e Prealpino, restante Friuli-Venezia Giulia, in aumento su levante Ligure, Emilia-Romagna, stazionarie sul restante territorio. Venti deboli o moderati dai quadranti meridionali, con decisi rinforzi su Nord-ovest ed Emilia-Romagna. Mari poco mossi, con moto ondoso in lento aumento su Tirreno settentrionale ed alto Adriatico, mosso il mar Ligure, con moto ondoso in aumento a molto mosso dal pomeriggio.

E nel fine settimana?

L'ennesima espansione dell'anticiclone africano, denominato Caronte, come il traghettatore dantesco verso l'Inferno, minaccia di durare molto a lungo sull'Italia e potrebbe essere da record non solo per l'intensità ma soprattutto per la persistenza del super caldo fino al 4/6 luglio, con la prossima settimana ancora più calda di quella appena iniziata. Solo oltre i 1000 metri e lungo le coste sara' possibile trovare refrigerio, anche se oramai anche le localita' di mare stanno diventando molto calde. Anche,in montagna durante il giorno si soffre un po' di caldo fino ai 1500 metri di quota e solo oltre i 2000 metri troviamo temperature fresche. Ci saranno quindi due settimane di caldo eccezionale senza tregua. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?