Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
6 giu 2022
6 giu 2022

Dopo grandinate e temporali non è finita: nuova allerta meteo in Lombardia. La previsioni

Dopo l'ondata di maltempo delle scorse ore, il tempo caratterizzato da variabilità dovuta al transito di impulsi perturbati di origine atlantica

6 giu 2022

Milano - Maltempo in arrivo sull'Italia settentrionale. L'approssimarsi di una perturbazione causerà, dalla tarda sera di oggi 6 giugno, un graduale peggioramento del tempo, dando luogo a piogge e temporali, localmente anche intensi, specie su Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, in estensione domani, anche sulle Marche.  Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, si legge in una nota, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.  L'avviso prevede dalla notte di oggi, precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale localmente intensi, su Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, in estensione domani, sulle Marche. I fenomeni potranno essere accompagnati da rovesci di forte intensità, grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per la giornata di domani, martedì 7 giugno, allerta gialla per rischio temporali in Veneto, Emilia-Romagna e su parte di Lombardia e Marche.

In Lombardia

La Sala operativa della protezione civile della Regione Lombardia ha emesso un’allerta gialla per rischio temporali forti. In particolare nel corso del pomeriggio di oggi 6 gugno sulla Lombardia avremo tempo in prevalenza stabile, solo in serata si segnala la possibilità di locali rovesci o temporali in transito da Ovest verso Est su Alpi e Prealpi. Non è escluso qualche isolato rovescio o temporale anche sull'Appennino. I fenomeni sono attesi ovunque di debole o al più moderata intensità. Per la giornata di domani (martedì 7 luglio) già dalla notte sono possibili locali rovesci e temporali sui rilievi e sulla pianura centro-occidentale, mentre nel pomeriggio i fenomeni tenderanno a essere maggiormente probabili sui settori orientali della regione. Si evidenzia la possibilità di fenomeni sparsi a carattere di rovescio o temporale su tutta la regione, che risulteranno generalmente di debole o moderata intensità. Nel periodo a seguire, le correnti in quota tendono a disporsi da nordovest, con la graduale rimonta di un'area di alta pressione con trasporto di aria non eccessivamente calda sul finire della settimana. Le temperature tendono a riportarsi su valori in linea con le medie del periodo. Temperature massime stazionarie o in lieve calo, in pianura comprese tra 29 e 33 gradi. Zero termico intorno a 3800-4200 metri. Venti in pianura prevalentemente debole dai settori settentrionale ed orientale, in montagna a tratti moderati da nord; poi in rotazione dai quadranti meridionali. 

Il nubifragio di domenica

Ieri la regione è stata colpita da una violenta ondata di maltempo, annunciata dall'allerta della Protezione Civile lombarda. Oltre un centinaio gli interventi effettuati ieri a partire dal pomeriggio e fino in serata dai vigili del fuoco di Varese dopo i violenti temporali anche con grandine che hanno causato danni e pesanti disagi nel varesotto, in particolare nella zona dell’Alto Verbano. Le situazioni più complesse nella frazione Vararo di Cittiglio, al Cuvignone e a Casalzuigno. A Vararo e al Cuvignone sono rimaste bloccate per ore un centinaio di persone a causa di smottamenti che hanno bloccato le strade di accesso alle due località. Le squadre dei pompieri sono arrivate anche da altre province, in serata le strade sono state liberate. Per ore gli operatori hanno lavorato in collaborazione con la Protezione civile e il soccorso alpino per rimuovere i sassi e gli alberi caduti. A Casalzuigno, invece, danni pesanti a causa dello straripamento del torrente ingrossato in pochi minuti. L’acqua e il fango hanno invaso in pochi minuti alcune strade, trascinando via alcune auto parcheggiate e allagando abitazioni. Disagi anche sulla linea ferroviaria Laveno – Milano per i rami caduti sui binari, alcuni treni hanno subito ritardi. In serata i vigili del fuoco stavano ancora operando nelle zone più colpite.

Maltempo a Varese
Maltempo a Varese

Anche il Comasco è stato colpito dal violento nubifragio. A Dongo sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per riportare a riva 12 ragazzi di età tra i 10 e i 14 anni che stavano andando a una regata con le loro imbarcazioni. All’improvviso sono stati sorpresi dal maltempo nel tratto di lago di fronte a Dongo, l’intervento della squadra dei soccorritori ha garantito la loro messa in sicurezza. Non è stato invece possibile agganciare le imbarcazioni lasciate andare alla deriva. Ancora soccorsi in azione ieri in montagna per portare in salvo due alpinisti, una ragazza di 22 anni di Monza e un uomo di 30 anni di Milano, bloccati nel Lecchese a 1500 metri sullo Zucco dell’Angelone. Ad intervenire le squadre del Soccorso Alpino. Danni per caduta alberi e grandine in mezza provincia

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?