Cassano d'Adda (Milano), 7 luglio 2018 - Venticinque milioni di euro in bilancio da destinare a manutenzioni attese da tempo, un piano per la riqualificazione energetica di tanti edifici presto al via e, notizia di ieri, la partecipazione a un bando da 85 milioni di euro da utilizzare per la realizzazione di 37 progetti di edilizia scolastica nell’ambito della programmazione nazionale per il prossimo triennio. I fondi, in questo caso, sono stati chiesti da Città Metropolitana nell’ambito del “Bando per la raccolta del fabbisogno di interventi di edilizia scolastica 2018-2020” di Regione Lombardia. «Vedremo quanti e quali finanziamenti il governo accetterà di erogare - dice Roberto Maviglia, sindaco di Cassano d’Adda e consigliere delegato all’edilizia scolastica di Città Metropolitana -. Questi fondi sarebbero ossigeno puro per le nostre scuole. E i finanziamenti, o meno, saranno un importante banco di prova: ci daranno la misura dell’interesse del nuovo governo verso la scuola stessa».

Sono 154 gli istituti superiori del comprensorio dell’hinterland. Il decreto di partecipazione al bando elenca, uno dopo l’altro, progetti e presunta spesa. In alcuni casi, la maggioranza, sono progetti di riqualificazione, adeguamento e messa in sicurezza delle strutture, frequentate da migliaia di studenti: ma ci sono anche ampliamenti e riqualificazione di spazi a fini didattici. In tutti i casi, opere attese da tempo. «L’elenco degli interventi - spiega ancora Maviglia - è stilato sulla base di segnalazioni e istanze che periodicamente riceviamo dai Comuni e dai presidi. Nella zona dell’hinterland vi sono progetti che attendono da anni». Fra i progetti quello per il liceo artistico Fontana di Arese, da finanziare per un milione e novecentomila euro; 3 milioni e 200mila euro chiesti per interventi al liceo Rebora di Rho; altri 2 milioni e mezzo per il Gadda di Paderno Dugnano.

In zona Martesana il progetto portabandiera è quello per il quarto lotto di ampliamento dell’Istituto Bellisario a Inzago, 2 milioni e 900 mila euro di spesa; 3 milioni e 460mila sono invece destinati all’Ipsia Majorana di Cernusco sul Naviglio. Le graduatorie saranno stabilite il 2 agosto e le dita sono incrociate. Il progetto di Città Metropolitana prevede otto interventi nel 2018, undici nel 2019, per terminare con gli ultimi diciotto nel 2020. I contributi governativi verranno concessi agli enti locali con apposito decreto di riparto del Miur sino all’esaurimento della quota annua assegnata, nello specifico, dalla Regione Lombardia.