Alcuni atleti impegnati nella manifestazione

Segrate (Milano), 10 agosto 2018 - Il conto alla rovescia è quasi finito: domenica, all’Idroscalo, inizieranno i campionati Europei (Europe, Africa and Middle East, Eame) di cable wakeboard, una struttura dove si può praticare il wakeboard in alternativa al traino con imbarcazione. Per una settimana, fino a domenica 19 agosto, quasi 300 atleti provenienti da ben 22 nazioni si sfideranno nel “mare dei milanesi”, con categorie giovanili a partire dai 12 anni. «I più forti li vedremo qui - esulta l’organizzatore e tecnico della nazionale Ludovico Vanoli -, perché appartengono ai paesi della regione Europa e Africa, quindi non attendiamo i supercampioni d’oltreoceano, come spesso accade, perché li abbiamo qui, tra noi».

L’Europeo di Milano, che si svolgerà presso il Wakeparadise (lato di Peschiera Borromeo), sarà la competizione più partecipata di sempre nell’ambiente cablewake. L’Italia, che non ha ancora vinto l’oro a squadre, punta a centrare la medaglia più pregiata in casa di fronte ai propri tifosi: gli azzurri sono molto competitivi perché sono la squadra vice campione d’Europa e vice campione del Mondo: «Anni fa sarebbe stato un’utopia pensare di vincere tante medaglie e, soprattutto, nelle categorie più difficili come la Open - prosegue il tecnico Vanoli -. Oggi, invece, il livello tecnico è cresciuto tantissimo e siamo molto competitivi, riuscendo a coprire tutte le categorie in gara». Tra i 16 atleti della nazionale ci saranno i due padroni di casa Maurizio Marassi e Riccardo De Tollis: i due sono residenti a Milano e si allenano proprio nella struttura dell’Idroscalo.

Oltre a due meneghini, in gara nei seated (paralimpici) ci sarà il campione del mondo Emanuele “Meme” Pagnini. L’impianto di Milano è uno dei primi installati in Europa, in una città che, prestandosi al turismo sportivo può offrire sia un cable full size che un impianto a 2 pali per l’avviamento al cable wake: «Siamo un’eccellenza locale - conclude il presidente federale Luciano Serafica -. Questo sarà un evento di valore assoluto, dove assisteremo a performance di rilievo in una struttura che ha il pregio di dare a tutti l’opportunità di praticare uno sport nuovo, giovane, alternativo».