Pozzuolo Martesana (Milano), 5 giugno 2018 - Tre incidenti domestici simili, quasi identici. Assolutamenti rari, eppure avvenuti a un giorno di distanza l’uno dall’altro, per una sinistra coincidenza dettata dal destino. Due dalle conseguenze tragiche, il terzo fortunatamente conclusosi con una corsa in ospedale e tutto sommato un sospiro di sollievo. È delle ultime ore la notizia che giovedì scorso, a Pozzuolo Martesana, una donna di 84 anni, Domenica De Re, è morta per le conseguenze di una sciagurata caduta dal balcone di casa, dove era in corso una ristrutturazione. A seguito di quei lavori, regolarmente autorizzati, il terrazzino era privo, almeno in parte, di parapetto e ringhiera.  A indicare il pericolo e delimitare l’area il solo nastro da cantiere. L’anziana, che abitava accanto alla figlia, era uscita sul balcone per sbattere un tappeto quando ha perso l’equilibrio ed è caduta di sotto. Un volo di circa due metri, trattandosi di piano rialzato: fosse atterrata sul prato, forse staremmo raccontando un’altra storia. Invece la pensionata è finita rovinosamente sull’asfalto della rampa di accesso ai box. Quando i soccorritori sono arrivati nella palazzina di via Fogazzaro l’anziana era cosciente. Le sue condizioni non sembravano gravi, tant’è che è stata trasportata all’ospedale in codice giallo. Qui le cose si sono complicate: nella notte un’emorragia interna ne ha causato il decesso.

"Siamo rimasti tutti scossi - le parole del sindaco Angelo Caterina -. Quei lavori erano passati dagli uffici del Comune, erano stati autorizzati e tutto era a posto. Su eventuali mancanze si esprimerà l’indagine". La Procura di Milano ha infatti aperto un fascicolo per omicidio colposo, disponendo l'autopsia e iscrivendo sul registro degli indagati i due titolari della ditta edile e il direttore dei lavori.

 La tragedia di Pozzuolo richiama per certi versi quella avvenuta a Segrate, esattamente il giorno prima, mercoledì. Mafalda Zuliani, casalinga di 75 anni, sta pulendo le tende da sole, nella sua abitazione di viale Abruzzi, quartiere Redecesio. Avvicina la scala al parapetto, sale fino all’ultimo piolo e si sporge oltre la ringhiera per dare una “passata” alla parte esterna delle tende. A quel punto si sbilancia e precipita dal secondo piano, schiantandosi sul vialetto condominiale: inutili i soccorsi, la donna muore praticamente sul colpo, con lo straccio ancora in mano. Venerdì scorso, infine, dramma sfiorato a Melegnano: una donna di 74 anni viene trasportata al San Raffaele con varie fratture, dopo il crollo del ballatoio della propria casa di ringhiera in via Dezza. L’anziana stava sistemando la biancheria sullo stenditoio quando c’è stato il cedimento.