Uno dei frame della rapina diramati dai carabinieri
Uno dei frame della rapina diramati dai carabinieri

Gorgonzola (Milano), 28 novembre 2018 - Rapinarono, coltello e pistola alla mano, un bar frequentatissimo in zona stazione della metropolitana. Dopo quasi due anni di indagine scattano identificazione definitiva e arresto di due persone. Ma l’ordinanza di custodia arriva in carcere: entrambi i rapinatori, un 40enne di Pozzuolo Martesana e un 47enne di Rozzano, sono già al fresco, uno a Opera e l’altro a Bergamo. Il secondo sta scontando un’altra condanna per rapina.

Il fatto, consumatosi a Gorgonzola alla fine di novembre 2016, suscitò enorme scalpore in città, per la violenza e per il luogo dove si era consumata, un bar molto frequentato della zona centrale. Quella sera i due malviventi, con volto parzialmente coperto, erano entrati nel bar impugnando uno una pistola e l’altro un coltello. Tenendo il titolare del bar e i presenti sotto la minaccia dell’arma presero dal registratore di cassa 600 euro e una manciata di buoni pasto, fuggendo a bordo di un’auto. L’indagine partì subito, con l’acquisizione del modello dell’auto e delle prime 2 cifre della targa, annotate da un passante. Le indagini successive hanno richiesto molti mesi, sino all’identificazione certa dei due soggetti.

Entrambi hanno ricevuto il nuovo ordine di custodia cautelare, per rapina aggravata, in carcere. In particolare il 40enne di Pozzuolo era stato arrestato il 4 dicembre 2016, dunque pochi giorni dopo il fattaccio gorgonzolese, a Dalmine, in Bergamasca: qui aveva tentato una rapina con arma impropria ai danni di un negozio di giocattoli del posto.