Carabinieri a Pioltello

Pioltello (Milano), 16 maggio 2018 - Irruzione a caccia di abusivi. I carabinieri di Cassano d’Adda ne scovano otto, tutti accompagnati in Questura. Nel corso del servizio sono stati recuperati anche 60 grammi di hascisc e 10 di cocaina, divisi in dosi e pronti alla vendita. Erano le 7.30 di ieri quando è scattato il maxi blitz a Seggiano, in tre condomini di via Brasile intestati a società milanesi e già segnalati ai militari della Tenenza per occupazione abusiva di clandestini dediti al traffico di droga.

A fine controllo i militari hanno accompagnato in caserma a Cassano d’Adda otto marocchini irregolari, tutti poi condotti alla Questura di Milano per le procedure di espulsione. Nel corso del servizio, grazie all’intervento dei cani antidroga del Nucleo Cinofili di Casatenovo, sono stati recuperati 60 grammi circa di hascisc e 10 grammi di cocaina suddivisa in dosi: erano stati nascosti, forse poco prima del blitz dei carabinieri, in un anfratto dell’androne del palazzo. I maghrebini fermati sono stati denunciati in merito alla normativa sugli stranieri e per l’occupazione abusiva di immobili.

Da Pioltello a Vignate, dove i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Cassano d’Adda hanno arrestato per tentato furto aggravato, in questo caso di rame, un 42enne bulgaro con precedenti penali. Durante un servizio di perlustrazione, i militari hanno notato strani movimenti fra l’esterno e l’interno di un capannone che ospiterà a breve un’azienda di cosmetici, ma che avrebbe dovuto essere vuoto. Un controllo all’interno ed ecco il 42enne, sorpreso mentre stava tentando di smantellare e portare via 21 cavi in rame della lunghezza di 15 metri ciascuno. Il ladro è stato fermato, sotto sequestro numerosi arnesi da scasso. Dopo l’udienza per direttissima, l’uomo è stato spedito nel carcere milanese di San Vittore.