A fine luglio il sopralluogo dei Nas con i veterinari dell’azienda sanitaria ha rivelato u
A fine luglio il sopralluogo dei Nas con i veterinari dell’azienda sanitaria ha rivelato u

Cassano d'Adda (Milano), 13 agosto 2019 - Cercasi nuova stalla per 38 mucche da latte. L’obiettivo è sottrarle alla macellazione. L’allontanamento da un allevamento di Groppello, frazione cassanese, si rende necessario dopo il controllo congiunto eseguito a fine luglio dal nucleo carabinieri dei Nas della Compagnia di Milano e il personale Ats del distretto di Trezzo d’Adda durante il quale sono emersi gravi maltrattamenti alla mandria. Tutto è nato dalla segnalazione di un privato cittadino che ha fatto partire il controllo sulle condizioni del bestiame non compatibili con le normative vigenti. I bovini, si legge anche in un comunicato del Ministero della Salute, erano tenuti in pessime condizioni igienico sanitarie, denutriti, legati e ammassati in ambiente malsano con grave rischio epidemiologico per la diffusione di malattie infettive. L’ispezione ha fatto scaturire un’informativa alla Procura della Repubblica di Milano ed in seguito si è proceduto alla denuncia per maltrattamenti nei confronti del proprietario dell’allevamento.

Le indagini sono tuttora in corso. Le 38 mucche da latte sono state messe sotto sequestro penale e affidate allo stesso titolare che dovrà, in attesa de previsto trasferimento degli animali per essere sottratti alla macellazione, prendersi cura della mandria in maniera più appropriata. Su richiesta dell’Ats del distretto di Trezzo, l’autorità sanitaria ha disposto, inoltre, il blocco dell’attività di quell’allevamento. La vicenda è nota da tempo in comune: «Ci sono delle indagini in corso - fa sapere il primo cittadino Roberto Maviglia - non ritengo opportuno rilasciare dichiarazioni». La questione è considerata molto delicata, un caso in cui la sofferenza degli animali va di pari passo con le difficoltà del proprietario dell’allevamento nel provvedere alla sua mandria.