Segrate (Milano), 4 settembre 2018 - Nomi illustri, quelli dei cittadini segratesi che riceveranno domenica prossima l’Ape d’Oro, la benemerenza civica per i residenti che si sono particolarmente distinti nell’ambito sociale e professionale. Tra gli altri spicca, vista l’attualità del tema delle vaccinazioni, il nome del virologo Roberto Burioni, insignito «per la straordinaria attività di ricercatore nell’ambito medico e per l’importante campagna di sensibilizzazione condotta a favore dei vaccini in nome della prevenzione, arma fondamentale per la difesa e la tutela della salute di tutti noi, e contro la disinformazione e i preconcetti».

«Sono orgogliosissimo di essere stato premiato dal Comune di Segrate - scrive sui social il medico paladino dei vaccini, residente a Milano 2 e professore ordinario di Microbiologia e Virologia all’Università Vita-Salute dell’ospedale San Raffaele -:per me è un grande onore. Grazie a tutti, spero di meritare questa benemerenza continuando con l’impegno e con il lavoro». Oltre a Burioni, saranno premiati con l’Ape d’Oro 2018 anche Mascia Bartesaghi (presidente dell’Associazione Genitori di Milano 2, attiva nel mondo scolastico), Giuseppina Pugliese (volontaria impegnata nel sociale), il noto metereologo nonché volto televisivo Mario Giuliacci e lo scienziato Tommaso Rossini, «per essere stato protagonista e testimone storico delle vicende della fisica nucleare italiana». Sono state 23 le candidature pervenute al sindaco Paolo Micheli che le ha vagliate insieme alla Commissione esaminatrice. Le benemerenze verranno consegnate nell’ambito di “Noi Segrate - Festa Cittadina 2018”, durante una cerimonia in programma domenica alle 11.45 nell’Auditorium del Centro Verdi di via XXV Aprile.