Quotidiano Nazionale logo
5 mar 2022

Serie C, il Mantova a testa alta dalla capolista Sudtirol

La squadra di Galderisi, nonostante il pronostico avverso, è decisa a farsi valere in casa della "regina", guidato dall'ex Javorcic

luca marinoni
Sport
Il bomber virgiliano Monachello (fotografia dalla pagina Facebook del Mantova 1911)
Il bomber virgiliano Monachello (fotografia dalla pagina Facebook del Mantova 1911)

Mantova - Prima di entrare nel vivo degli scontri diretti che decideranno le sorti della stagione, il Mantova prova a raccogliere un risultato positivo in casa del Sudtirol capolista. Anche se il tecnico degli altoatesini ha ricordato di “temere la squadra virgiliana, dove, anche se l’esperienza è finita male, si è trovato bene e conserva bei ricordi della città, il pronostico di questa vigilia è tutto dalla parte dei padroni di casa, che hanno subito 7 gol in 29, sono imbattuti al “Druso” ed hanno incassato la prima sconfitta in campionato solo domenica scorsa a Piacenza. Proprio questo primo, inatteso paso falso, che ha fatto risalire a -7 l’inseguitore Padova, rappresenta uno stimolo determinante in più per la formazione che finora ha dominato il girone A e che mira con decisione a conquistare l’approdo in serie B per la prima, storica volta. Osservazioni che fanno capire il compito più che difficile che attende la compagine di mister Galderisi che, dal canto suo, deve cercare di cancellare con una prova d’orgoglio in casa della prima della classe la delusione per l’immeritata sconfitta patita a fil di sirena con la Triestina. Un ko maturato solo nel finale, dopo un incontro giocato alla pari dai virgiliani, che possono pure recriminare per qualche ghiotta occasione sciupata (come è capitato a Paudice…). Pur senza nascondere la forza degli altoatesini, dunque, questo sarà lo spirito che domani animerà il Mantova anche a Bolzano, dove Guccione e compagni cercheranno di farsi valere nonostante la forza e la carica che animano i giocatori dell’ex Javorcic. Un intento che si preannuncia in salita, che non potrà contare sull’apporto dello squalificato Gerbaudo e dell’ex De Cenco, che non è ancora pronto a rientrare. L’attaccante italo-brasiliano in questi giorni ha lavorato a parte insieme a Monachello, Pilati e Checchi, ma mentre ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?