Il bomber Scotto, capocannoniere del girone D di serie D con sedici centri
Il bomber Scotto, capocannoniere del girone D di serie D con sedici centri

Mantova, 17 dicembre 2019 - Il Mantova continua senza sbavature la sua marcia serrata verso la serie C. Un percorso davvero da record quello della squadra di Lucio Brando, che è arrivata all’ultima giornata di andata ancora imbattuta, in testa con sei punti di vantaggio sul pur tenace Fiorenzuola e con l’attacco di gran lunga più prolifico del girone (oltre che, tanto per gradire, con il capocannoniere grazie ai sedici centri fin qui realizzati da Scotto). Un ruolino di marcia che, a questo punto, richiede di essere completato nell’ultimo match del 2019 domenica a Breno, un campo sicuramente ostico (senza dimenticare una trasferta lunga e faticosa per risalire la Vallecamonica), dove sta facendo bene la matricola camuna, ben decisa a rinverdire i fasti dei suoi anni migliori. Per superare questo nuovo esame a pieni voti la squadra virgiliana può mettere sul tavolo la brillantezza e lo spirito che sembra avere ritrovato dopo un periodo nel quale le sue doti migliori sembravano un po’ appannate.

Il tecnico biancorosso ha tracciato un breve punto della situazione prima dell’ultimo impegno che condurrà la sua formazione al giro di boa: “Dobbiamo continuare ad avere questa fame e non dobbiamo dare mai niente per scontato. Il gruppo sta lavorando bene e l’intento è quello di continuare a migliorare. Sappiamo che ci sono e ci saranno diversi ostacoli lungo il percorso. Per questo dobbiamo prepararci ogni volta al massimo, a cominciare, naturalmente, da questa trasferta in casa di una squadra che gioca ed è insidiosa come il Breno”. Una qualità importante con la quale lanciare la sfida ai granata è stata individuata dal presidente Ettore Masiello, che ha aggiunto alla soddisfazione per la vittoria con il Ciliverghe un particolare molto importante: “La squadra ha gestito e comandato la gara dall’inizio alla fine. Questo è molto importante, ma è molto importante anche il fatto che per la seconda partita consecutiva siamo riusciti a mantenere inviolata la nostra porta. Dobbiamo continuare in questa direzione e giocare sempre con più attenzione e concentrazione”. In questo senso un aiuto sicuramente importante potrebbe giungere a breve (senza dubbio nel ritorno) dall’esperto Paolo Dellafiore, il difensore che la società di viale Tè ha deciso di tesserare proprio per offrire ulteriori qualità al reparto arretrato. Il suo definitivo inserimento, unito a quello di Simone Minincleri, altro “ritorno” di indubbio rilievo per il nuovo anno, potranno rendere ancora più completa e competitiva la rosa a disposizione di mister Brando, che non vuole rallentare né intende rallentare la marcia del suo Mantova che punta a tornare tra i professionisti a suon di primati.