Il "Martelli" sabato ospiterà il Villafranca per l'ultima gara del 2018 dei biancorossi
Il "Martelli" sabato ospiterà il Villafranca per l'ultima gara del 2018 dei biancorossi

Mantova, 20 dicembre 2018 - Il Mantova è deciso a chiudere un girone d'andata fin qui splendido battendo sabato il Villafranca e laureandosi campione d'inverno. Un intento tutt'altro che facile da realizzare sul campo, sia perché i rossoblù veronesi non sono certo disposti a venire al "Martelli" in semplice gita di piacere, sia per il pericolo che la squadra biancorossa non affronti quest'ultima partita casalinga con il giusto spirito.

Proprio preparare al meglio questo ultimo "esame" del 2018 la formazione virgiliana sta proseguendo la sua preparazione al "Cugola", dove si riserva un occhio di riguardo alle condizioni dell'acciaccato Baniya. L'eventuale assenza di un giovane potrebbe obbligare a modificare le sue scelte l'allenatore Massimo Morgia che, in ogni caso, ha indicato in modo chiaro e preciso il percorso che i suoi giocatori devono seguire: "Dobbiamo migliorare sempre e sotto tutti i punti di vista, nei tempi di reazione, nei movimenti, nella qualità in generale. In particolare dobbiamo mantenere questo spirito che ci contraddistingue e che vale più di ogni modulo. Sabato con il Villafranca chiuderemo il girone d'andata. E' una partita che mi fa paura. Affronteremo una squadra che ha molti punti meno di noi e siamo in prossimità delle feste. Può sembrare facile, ma sarà un impegno molto difficile. Proprio per questo dobbiamo giocare dall'inizio alla fine con concentrazione ed attenzione". Si vuole mantenere alta la tensione in casa biancorossa non solo per evitare di incappare, proprio all'ultima curva, in una brusca scivolata, ma anche per far proseguire quel cammino di crescita che Mister Morgia sta ripetutamente chiedendo ai suoi giocatori. Anche Giuliano Alma, l'attaccante esterno appena tesserato insieme a Giovanni Antogiovanni, ha capito subito lo spirito che regna al Mantova e si è subito adeguato: "Mi sono bastate poche ore per capire di trovarmi in una società e in una realtà veramente molto importante. Proprio per questo sono qui e mi metto a disposizione. Spero di poter dare il mio contributo".