La squadra biancorossa ha un attacco mitraglia, in 7 gare sono stati realizzati 27 gol
La squadra biancorossa ha un attacco mitraglia, in 7 gare sono stati realizzati 27 gol

Mantova, 15 ottobre 2019 - Il Mantova, che continua la sua marcia a ritmo serrato verso il sospirato traguardo della promozione in serie C (sei vittorie ed un pareggio a Forlì), si appresta a sottoporre le sue ambizioni ad un esame molto impegnativo. In effetti in questo momento la classifica sembra indicare nel Fiorenzuola, la squadra che lo scorso anno allenava Lucio Brando, staccata di due soli punti dai virgiliani, la rivale più temibile nella corsa per vincere il campionato, ma, almeno sulla carta, ci sono alcune avversarie che meritano un occhio di riguardo, sia per la caratura dei loro giocatori che per la storia che possono vantare. E’ proprio questo il caso del Fanfulla, formazione seguita con grande interesse sin dal precampionato e che domenica ospiterà i biancorossi per una sfida che presenta non pochi aspetti in comune con quella disputata due settimane fa in terra romagnola. Anche i lodigiani, in effetti, non vogliono perdere altro terreno dalla vetta e si trovano davanti all’occasione ideale per dare un senso particolare al loro percorso.

Premesse delle quali dovrà tenere ben conto la compagine di mister Brando, che non deve rallentare il suo cammino: “In questo momento dobbiamo concentrarci sulla prossima trasferta – è il pensiero del tecnico mantovano – In tutta sincerità quello che ci interessa è il nostro percorso di crescita, dobbiamo lavorare per perfezionare il nostro progetto e continuare a migliorare, esprimendo sempre meglio in partita i concetti sui quali stiamo lavorando. Quello che fanno gli altri viene in secondo piano”. Una ferma intenzione di far valere tutto il potenziale della sua squadra che si basa anche su una precisa convinzione: “La nostra è una squadra che ha qualità. Dobbiamo lavorare per consentire ai nostri attaccanti di esprimersi al meglio in tutto il loro valore in fase conclusiva. In questa direzione spingiamo il nostro lavoro e organizziamo il nostro gioco. Lo abbiamo visto anche domenica, quando ci siamo un po’ complicati la vita con una formazione dal notevole potenziale. Per fortuna abbiamo certe doti e siamo riusciti a riportare la gara sul binario desiderato, conquistando una vittoria tutt’altro che scontata”.

In questo senso mister Brando ribadisce: “Sembra quasi che sia un obbligo vincere tutte le partite e magari farlo con una goleada. Personalmente non la penso così, ma, al contrario, sono ben consapevole delle difficoltà che propone il campionato. Ci sono valori importanti e il cammino che sta entrando nel vivo conferma che ci sono ostacoli impegnativi da superare. Non c’è niente di scontato e bisogna rimanere concentrati a dovere su ogni singola gara per riuscire a dare il massimo e raggiungere il risultato desiderato”. Proprio l’atteggiamento che il Mantova dovrà preparare con gli allenamenti di questa settimana, così da rendere visita domenica al glorioso Fanfulla con la concreta possibilità di “ingabbiare” i bianconeri e compiere un altro passo in avanti di assoluto significato.