Guccione del Mantova
Guccione del Mantova

Il Mantova torna a mani vuote dalla delicata trasferta-salvezza in casa della Virtus Vecomp Verona. Il piccolo stadio veronese si rivela ancora una volta amaro per la squadra virgiliana, trafitta da un errore all’ultimo minuto del primo tempo e alla quale non è bastato un generoso forcing finale per raddrizzare la situazione. Le due contendenti scendono in campo sin dai primi minuti ben decise a non commettere errori e giocano i primi minuti con grande attenzione. Sono i rossoblù a mantenere maggiormente il possesso della palla nel tentativo di far valere il fattore campo, ma Marone non deve compiere particolari interventi. Con il passare del tempo aumenta la pressione dei padroni di casa. La formazione di mister Lauro chiede con ordine tutti gli spazi fino alla mezzora, quando i biancorossi intensificano i giri del loro motore. Il finale del primo tempo sembra così favorevole agli ospiti, ma al 44’ un assist di Pellacani serve in area l’isolato Amadio che firma il vantaggio con il quale la Virtus Verona si porta al riposo. Un gol quasi inatteso per il Mantova, che deve affidare alla ripresa la sua voglia di raddrizzare la situazione.

I virgiliani in effetti ripartono a spron battuto e al 4’ Guccione pennella un invitante servizio per De Cenco che, però, da ottima posizione manda a lato. Sospinti dai propri tifosi, giunti numerosi per l’importante occasione, i virgiliani insistono nel loro inseguimento e cercano la via del pareggio con Bertini e Guccione. Al 13’, tuttavia, l’ottimo Hallfredsson in contropiede ha la palla del raddoppio, ma non riesce a concretizzare. Il Mantova può così rimanere in partita e al 18’ Giacomel si supera per neutralizzare i tiri ravvicinati di De Cenco e Bertini. Con il passare dei minuti l’azione della formazione di Lauro si trasforma in un vero e proprio forcing, ma la difesa scaligera serra le fila e protegge l’esiguo vantaggio. L’opportunità più nitida giunge al 1’ di recupero, quando De Cenco calcia a rete un pallone che sembrava ormai destinato al pareggio, ma Giacomel è di parere diverso e mette in cassaforte la preziosa vittoria della Virtus Vecomp Verona che lascia tristemente senza punti il Mantova costretto nuovamente a fare i conti con le ansie del fondo classifica.

Virtus Vecomp Verona-Mantova 1-0 (1-0)

Virtus Vecomp Verona (3-5-2): Giacomel 6,5; Daffara 6, Pellacani 6,5, Cella 6; Amadio 6,5 (34’ st Mazzolo sv); Metlika 6 (43’ st Tronchin sv), Hallfredsson 7 (43’ st Danti sv), Lonardi 6, Zugaro 6; Nalini 6 (34’ st Mattia Marchi sv), Pittarello 6. A disposizione: Sheikh; Danieli; Arma; Priore; Visentini; Pinto; Faedo; Silvestri. All: Luigi Fresco 6,5.
Mantova (4-3-3): Marone 6,5; Pinton 6, Checchi 6, Milillo 6, Vaccaro 6 (20’ st Silvestro 6); Messori 6 (40’ st Paudice sv), Bucolo 6 (20’ st Pedrini 6), Gerbaudo 6; Guccione 6,5, De Cenco 6, Bertini 6 (34’ st Zappa 6). A disposizione: Tosi; Bianchi; Darrel; Zibert; Rihai; Esposito; Vetere; Piovanello. All: Maurizio Lauro 6.
Arbitro: Fabio Pirrotta di Barcellona Pozzo di Gotto 6.
Marcatore: 44’ pt Amadio.
Note: ammoniti Zugaro; Checchi; Giacomel – angoli: 2-5 – recupero: 1’ e 4’.