I virgiliani nel match contro l'Imolese
I virgiliani nel match contro l'Imolese

Mantova - Sono i giorni che decideranno le sorti stagionali del Mantova. La matricola biancorossa ha la ghiotta opportunità di spiccare il salto di qualità e di alzare il suo obiettivo. In effetti con il più che cospicuo vantaggio di 14 punti sulla zona playout quando mancano solo sei giornate alla fine della regular season il preventivato obiettivo della salvezza può dirsi ormai centrato. A questo punto, però, davanti alla squadra di Emanuele Troise si può aprire uno scenario nuovo e, in questo senso, risposte molto importanti giungeranno dalle due partite che chiuderanno il mese di marzo.

In effetti domenica 28 i virgiliani ospiteranno un “cliente” assai temibile come la Feralpisalò e poi mercoledì 31, Covid permettendo, renderanno visita al Ravenna per il recupero della gara rinviata lo scorso 21 marzo. Superare in modo positivo questo duplice impegno consentirebbe alla compagine biancorossa di credere nella conquista di un posto nei playoff, un ambito traguardo che, in questo momento, con una partita da recuperare, è distante un solo punto dal Mantova.

Una situazione sicuramente promettente, che capitan Guccione e compagni dovranno però trovare la forza di concretizzare nei prossimi 180’, a cominciare, naturalmente, da un test molto difficile come quello che domenica porterà al “Martelli” una squadra ricca di talento come la Feralpisalò, reduce dal pareggio a reti bianche nel recupero del match con il Cesena che si è giocato mercoledì 24. Una circostanza che potrebbe in qualche modo favorire il Mantova, che avrebbe l’opportunità di scendere in campo più riposato rispetto ai gardesani. In questo momento, comunque, in casa biancorossa si sta guardando soprattutto alla situazione-infortuni. Mister Troise spera di recuperare gli assenti dell’ultimo periodo (a cominciare dal bomber Ganz) per poter contare su tutte le forze disponibili in questo serrato sprint finale per un posto nei play off nel quale crede sempre di più il Mantova.

Luca Marinoni