Mister Massimo Morgia invita i suoi giocatori a continuare sulla strada fin qui percorsa
Mister Massimo Morgia invita i suoi giocatori a continuare sulla strada fin qui percorsa

Mantova, 4 settembre 2018 - Domani la presentazione dei calendari alzerà definitivamente il sipario sulla nuova, attesa stagione di serie D. Il Mantova, inserito in un girone B che si preannuncia a dir poco impegnativo, guarda con evidente interesse a questo appuntamento, anche se dopo la qualificazione ottenuta in Coppa Italia può proiettare in avanti il suo sguardo con la consapevolezza di chi è riuscito a superare il primo esame. Il successo maturato proprio all'ultimo tentativo nella gara con l'Axys Zola, oltre a spalancare le porte del secondo turno della competizione tricolore, ha avuto un significato ben preciso in chiave futura, un insegnamento dal quale Mister Morgia non solo spera di trarre frutti positivi, ma che fa pure capire che la sua squadra è sulla strada giusta: "E' stata una vittoria importante non solo per il risultato in quanto tale. Era l'esordio in casa ed i ragazzi sono riusciti a far vedere che non hanno solo qualità tecniche, ma sono anche un gruppo che valori umani importanti".

"Sono giocatori che si impegnano e che si sacrificano - ha aggiunto Massimo Morgia -. A volte potranno giocare meglio ed altre meno bene, ma danno tutto per raggiungere l'obiettivo comune. Abbiamo capito che si può vincere pure giocando in dieci contro undici, ma, soprattutto, abbiamo capito che per vincere occorrono idee e la giusta convinzione per metterle in pratica. I ragazzi sono stati perfetti ed hanno superato al meglio tutto quello che questa prima gara ha comportato. E' stato meglio che certe cose siano successe subito alla prima partita (inferiorità numerica già dopo nemmeno 20' - ndr), ma i ragazzi hanno saputo adattarsi alla grande, dimostrando che quello che conta davvero è la filosofia che questa squadra sta assumendo. Abbiamo lavorato finora sulla difesa a quattro, ma le esigenze della partita ci hanno portato ad adottare per la prima volta quella a tre. I giocatori non si sono tirati indietro ed hanno rispeto in maniera perfetta. Non siamo stati a fermarci per dubbi o incertezze, ma abbiamo eseguito quello che era meglio in quel preciso momento. Penso che anche il pubblico lo abbia capito ed è stato molto bello vedere che ha incitato e sorretto la squadra dall'inizio alla fine. Siamo solo all'inizio e dobbiamo migliorare sotto tutti i punti di vista, ma se riusciremo a mantenere questa coesione di tutto l'ambiente, potremo raccogliere delle belle soddisfazioni".