Mantova, 30 luglio 2018 - Il Mantova sta lavorando nel ritiro montano di Spiazzo dove rimarrà fino a mercoledì 8 agosto. Contrariamente a quanto annunciato inizialmente la squadra di mister Morgia non rimarrà in quota sino a venerdì 10, ma scenderà con due giorni di anticipo per partecipare mercoledì 8 al triangolare che si giocherà a Budrio, in provincia di Bologna, e che vedrà la partecipazione di Mezzolara e di Axys Zola (squadra d'Eccellenza). Nei prossimi giorni, oltre a tanto lavoro sul campo, la compagine virgiliana dovrà sostenere un intenso programma anche per quel che riguarda le amichevoli. La prossima è in programma mercoledì 1 a Laverone con il Cittadella di serie B, mentre il fine settimana proporrà due incontri ravvicinati rispettivamente con Settaurense (sabato 4) e Levico (domenica 5).

Se a tutto questo aggiungiamo l'atteso esordio stagionale al "Martelli" di domenica 12 con l'Imolese (formazione che ha presentato la domanda di ripescaggio in serie C), si può capire come le prossime intense giornate siano fondamentali per far assumere alla squadra di Massimo Morgia il suo volto definitivo.

La compagine virgiliana alla prima uscita stagionale è partita con il piede giusto ed è riuscita ad imporsi in casa del Ciserano. Una prova positiva che ha soddisfatto il tecnico biancorosso per l'atteggiamento messo in mostra dai suoi giocatori. Certo, il lavoro è solo all'inizio, ma la strada intrapresa è quella giusta per vivere una stagione ricca di soddisfazioni. In questo senso un contributo importante potrà giungere da Lorenzo Cecchi, trentenne centrocampista giunto dalla Nocerina, che Morgia ha allenato la scorsa stagione e che potrebbe trasmettere ordine e nerbo al reparto di mezzo del Mantova.

Tutto questo per una situazione che, al momento, vede nell'infortunio patito dal portiere (presunto titolare) Borghetto l'unica, vera nota negativa di questa prima parte della preparazione. La società di viale Te, che ha già visto fermarsi il giovane estremo difensore Doro ed ha seguito il ritorno di Mattia Aldrovandi al Reggiolo (senza dimenticare il promettente portiere lituano del 2.000 Arijus Brazinskas ha raggiunto da poco i suoi nuovi compagni), rischia di dover fare i conti con una inattesa emergenza-portieri. Ed è proprio in questa direzione che nelle prossime ore potranno giungere ulteriori sviluppi.